Le Iene, Stefano Corti svela la nuova truffa degli affitti: la strategia per non farsi scoprire è spregevole

Attenzione agli annunci di affitto: potreste incappare in una truffa simile a quella di cui ha parlato Stefano Corti in un recente servizio per Le Iene

Con l'evoluzione delle tecnologie, si è evoluto in maniera radicale anche il settore dei servizi. Adesso, ad esempio, è possibile prendere un appartamento in affitto, a breve termine, con un solo clic. Allo stesso modo, è possibile trovare annunci di affitti a lungo termine sul web, e chiedere un appuntamento per vedere la casa in questione. Come evolvono le tecnologie e il settore dei servizi, però, anche le truffe, sfortunatamente, diventano sempre più complesse ed elaborate. Stefano Corti, inviato de Le Iene, ne ha parlato in un recente servizio, in cui ha spiegato che una truffa molto particolare si sta diffondendo nel nostro Paese. Vittime di questo raggiro potrebbero essere, allo stesso modo, sia persone che cercano affitti a lungo termine, che persone che affittano la propria abitazione a breve termine.

Secondo quanto spiegato da Corti, la frode avverrebbe in questo modo: il truffatore contatterebbe chi affitta un appartamento a breve termine su AirBnB, e bloccherebbe l'appartamento, ad esempio per una settimana. A quel punto, si recherebbe nell'appartamento affittato, per fare una serie di foto allo stesso. Ed è qui che arriva la truffa: le foto scattate, poi, sarebbero caricate in altri siti per affitti a lungo termine. Praticamente, il truffatore fingerebbe che l'appartamento di un'altra persona, affittato dal truffatore per pochi giorni, appartenesse a lui stesso, e proporrebbe l'appartamento ad altre persone per un affitto a lungo termine. Dopo aver preso la caparra degli interessati all'affitto a lungo termine, poi, sparirebbe con i soldi, truffando sia il locatore dell'AirBnb che l'inconsapevole affittuario dell'appartamento a lungo termine.

Le Iene: il servizio di Stefano Corti sulla truffa degli affitti

Corti ha, in particolare, raccontato la storia di Stefania, la proprietaria di un appartamento, che aveva affittato a breve termine. Stefania è stata contattata da una ragazza che, invece, aveva trovato le foto di questo appartamento per un affitto a lungo termine. "La ragazza è rimasta un po' perplessa dal fatto che, all'interno della casa, ci fossero gli asciugamani sul letto, le cialdine del caffè. Delle cose che, solitamente, vengono lasciate per l'affitto breve. Quindi, ha pensato di poter trovare la nostra casa anche su AirBnB, e così è stato", ha spiegato Stefania. Per questo motivo, è stata contattata dalla ragazza, la quale l'ha avvisata che un uomo avrebbe inserito un annuncio di affitto a lungo termine con le foto, e l'indirizzo, della sua casa.

stefano-corti-iene-truffa-affitti-annuncio
L'annuncio mostrato nel servizio per Le Iene. (Fonte: Le Iene - Italia 1 - Mediaset).

"La casa è stata prenotata da due ragazzi, uno del 2000 e l'altro del 1997. Ma la ragazza che mi ha chiamata, ha detto che all'interno della casa c'era un signore di 50 anni e passa. Evidentemente, ci sono stati dati dei documenti finti", ha spiegato Stefania. A questo punto, l'inviato de Le Iene ha chiesto a Stefania di contattare la persona che proponeva l'appartamento per l'affitto a lungo termine, fingendosi interessata. Il referente, un certo Fabio S., le ha chiesto di venire subito a vederlo, in quanto le ha detto che anche un'altra ragazza era interessata. "Meglio fare in fretta per assicurarsi l'appartamento!", ha detto Corti. Per questo, la sera stessa, si sono presentati presso l'appartamento.

La truffa sventata

Una collaboratrice ha, quindi, visitato la casa, fingendo di essere interessata. L'uomo, pertanto, le ha chiesto di inviargli i documenti, e le ha detto che le avrebbe potuto subito fare il contratto. "Per conferma, bisogna dare subito la caparra di tre mesi più spese. 2.700 euro!", ha detto Corti. È a questo punto che l'inviato de Le Iene è arrivato con la vera proprietaria. Fabio ha, a questo punto, raccontato qualcosa di particolare: avrebbe detto, infatti, che un altro uomo gli avrebbe dato un mazzo di chiavi, gli avrebbe detto di dormire per cinque giorni in quell'appartamento e che, intanto, sarebbero arrivate delle persone interessate ad affittare l'appartamento. "Sono venuto sì, perché non so dove stare, non ho una casa mia!", ha detto Fabio, che sarebbe un senzatetto. Insomma: il truffatore si sarebbe anche servito di un senzatetto per non farsi scoprire. Una cosa davvero assurda.

"Il conto è mio, ma non ho la carta del Bancomat", ha detto Fabio: insomma, l'uomo darebbe anche i dati del suo conto corrente, ma non riuscirebbe a beneficiare del bonifico. "Non so se, poi, loro mi pagheranno oppure no!", ha detto Fabio. "Questo signore, probabilmente, è solo un prestanome. Gli darebbero solo vitto e alloggio!", ha spiegato Stefano. Dal cellulare, Corti ha visto che un certo 'Capo' avrebbe iniziato a cancellare i messaggi: l'uomo si sarebbe accorto di quanto stava accadendo, perché c'era una telecamera attiva in casa. Stefano ha provato a fare delle chiamate, ma non è riuscito a trovare la persona ricercata.

"Abbiamo lasciato Fabio, con la promessa che, l'indomani, sarebbe venuto con noi ad autodenunciarsi alle Forze dell'Ordine, ma quando siamo tornati non l'abbiamo visto. Forse, per paura di chi lo controlla, o della Polizia", ha detto Stefano Corti. In ogni caso, se cercate una casa in affitto, fate attenzione agli annunci: potrebbero rivelarsi delle truffe incredibili.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, Luca Abete fa una scoperta assurda nel parcheggio disabili di un ospedale a Napoli: "Abbiamo avuto la conferma"

Lascia un commento