"Mi hanno fatto aspettare mezz'ora a vuoto per il colloquio di lavoro", lo sfogo di una donna

Una donna si è lamentata pubblicamente per aver atteso mezz'ora (a vuoto) la persona con cui avrebbe dovuto sostenere un colloquio di lavoro. Il suo video è diventato virale perché non manca un tocco di ironia.

Milioni di persone, in giro per il mondo, usano Internet per consultare offerte di lavoro. D'altronde, se si dedicano un paio di ore alla ricerca, ci si accorge che esistono decine e decine di siti da consultare. Dai profili social o i siti web delle aziende, passando per i post su LinkedIn, oppure sui siti web dedicati al lavoro, ogni giorno sul web vengono pubblicate centinaia di offerte. A volte la propria candidatura viene ignorata del tutto, altre volte il proprio profilo non viene reputato adatto al ruolo. Non mancano, sui social, storie di persone comuni che raccontano di colloqui di lavoro andati molto male. A questa categoria appartiene il racconto di una donna che sostiene di essere stata ghostata (ignorata) dal responsabile delle risorse umane.

La ragazza e l'attesa di mezz'ora per un colloquio che non è mai avvenuto.
La ragazza e l'attesa di mezz'ora per un colloquio che non è mai avvenuto.

La giovane, registrata come @sragvipattanaik su TikTok, ha condiviso un video su TikTok. "Sono rimasta per 30 minuti a vuoto a fissare lo schermo", fa sapere. Poi ci scherza su: "Perché l'ho fatta? Perché sono povera e disperata", aggiungendo in caption: "È un mondo cattivo lì fuori". Molti le hanno chiesto maggiore contesto. La tiktoker si è limitata a dire che aveva un appuntamento per quell'ora e l'azienda le aveva inviato tramite e-mail un link di Zoom, ma che nessuno si è presentato per mezz'ora. Dopo alcuni minuti di attesa, ha inviato un'altra e-mail al recruiter ricordandogli dell'appuntamento, ma non ha ricevuto alcuna risposta. Presumibilmente, dopo 30 minuti esatti di attesa vana, è uscita dalla chiamata.

Rimane mezz'ora a vuoto per un colloquio di lavoro da remoto

Nei commenti, come prevedibile, molti hanno espresso il loro sdegno per tanta sufficienza. "Pensaci: se tu avessi fatto due minuti di ritardo ti avrebbero detto che non sei professionale e avrebbero chiamato qualcun altro". Un altro non si contiene: "Dicci il loro nome! È il momento di penalizzare quelle aziende che ci ghostano!". Nell'occasione, molti hanno condiviso la loro esperienza personale: "Io ho fatto un colloquio e la recruiter è arrivata con quasi due ore e mezzo di ritardo. L'ho aspettata e - indovinate un po' - alla fine sono stata scartata!". Al momento, non è dato sapere se l'autrice del video abbia avuto notizie dal recrutier che si è letteralmente dimenticato del loro 'appuntamento'.

Di recente, aveva fatto discutere un altro video, a tratti simile. Una ragazza, infatti, ha raccontato di essersi candidata per un lavoro online e di aver ricevuto l'invito a un colloquio da remoto. Arrivato il grande giorno, preceduto da ore di studio e di preparazione, il colloquio è durato letteralmente due minuti. A suo dire, infatti, una delle responsabili delle Risorse Umane, dopo la presentazione, le ha detto che "il suo profilo non è quello che stavano cercando". Comprensibilmente, la ragazza si è infuriata, perché sentendo quella frase era evidente che nessuno avesse letto davvero il suo CV prima di proporle un colloquio.

LEGGI ANCHE: Esperta di lavoro svela: "Se vuoi uno stipendio alto, al colloquio devi fare questa domanda"

Lascia un commento