"Sono un assistente di volo e ti sconsiglio di mangiare in aereo", i motivi

Un assistente di volo ha fatto sapere che sui voli a lungo raggio è sconsigliabile mangiare il cibo che viene servito, sebbene sia incluso nel prezzo del biglietto.

Molti di noi amano viaggiare. Tra tutti i mezzi di trasporto, l'aereo ha un tocco di 'magia' in più rispetto agli altri perché solitamente ci conduce verso luoghi molto lontani e del tutto sconosciuti. Chi può insegnarci i trucchi del mestiere se non una persona che ci lavora a bordo? Kris Major è assistente di volo da 24 anni e, pertanto, ha dato un consiglio prezioso, che raramente si sente: evitare il cibo a bordo degli aerei, soprattutto se si è su un volo internazionale, che dura 5 o più ore. "I viaggiatori esperti li riconosci: subito dopo il decollo, noti che si sono chiusi nella loro copertina e sono addormentati".

Mangiare in aereo è sconsigliabile, secondo un esperto assistente di volo.
Mangiare in aereo è sconsigliabile, secondo un esperto assistente di volo.

L'assistente di volo aggiunge: "Se vuoi evitare il jet-lag nei giorni seguenti, devi dormire. Ogni minuto in volo è prezioso. Se riesci a dormire, arriverai fresco ed energico a destinazione". L'assistente di volo spiega: "Considerando tutti i pasti, a volte il servizio impiega anche due ore. Sono minuti preziosi, che potresti trascorrere dormendo. Inoltre il tuo orologio biologico viene totalmente sballato". E ancora: "La maggior parte delle compagnie aeree non pianifica i pasti, li serve e basta. Non si cura dei fusi orari e delle esigenze digestive del passeggero".

L'assistente di volo consiglia di non mangiare a bordo

Ecco perché, considerando il fuso orario, può succedere che quella che tecnicamente è la cena venga consumata alle prime ore del mattino. Questo, secondo lo steward, è sbagliato. "Se viaggi verso una nazione con un fuso orario totalmente diverso, la cosa ideale sarebbe resettare i tuoi orari. Mangiando, rimani sveglio e fai lavorare il tuo corpo. Lo so che il cibo è compreso nel biglietto e ne vuoi approfittare. Il mio consiglio è di mangiare un pasto abbondante prima di imbarcarti. Appena sei a bordo, prova ad addoormentarti. Se ti svegli, puoi sempre chiedere agli assistenti di volo di darti del cibo".

Mangiare in orari "sballati" rispetto a quelli normali, chiaramente, ha delle conseguenze sull'organismo e altera i ritmi di dormiveglia. Com'è noto, in aereo il movimento è estremamente limitato e il metabolismo si rallenta. Inoltre, soprattutto in caso di turbolenza, il corpo si deidrata più facilmente, portando a una sensazione di malessere geneale, che colpisce in primis il sistema digestivo. La dottoressa Laura Falvey, esperta di digestione, a Metro.co.uk, ha confermato tutto: "La cosa migliore da fare è seguire la routine quotidiana. Cerca di mangiare cibi leggeri e facilmente digeribili negli sorari a cui sei abituata. Portati del cibo a bordo, evita quello pesante o, se proprio vuoi approfittare di quello offerto a bordo, limitati a un solo pasto leggero. Un cibo preziosissimo per prevenire il jet-lag è la cioccolata: se ti svegli intontito, mangiarla ti fa sentire subito meglio".

LEGGI ANCHE: "Sono un'assistente di volo: ecco il terribile motivo per cui sono costretta a sedermi in questa posizione quando viaggio"

Lascia un commento