Nonna compra un succo al supermercato: quello che trova il nipotino quando lo apre è disgustoso

Una nonna australiana si è recata al supermercato, e ha comprato un succo di frutta per il nipote; arrivata a casa, lo ha dato al nipote, ma quest'ultimo ha trovato qualcosa di a dir poco disgustoso. Scoprite di cosa si tratta nell'articolo.

Nei supermercati di tutto il mondo, può capitare che alcuni prodotti acquistati riservino delle sorprese. A volte, si tratta della presenza di sostanze sospette di tipo chimico o microbiologico, e altre volte di corpi estranei, diversi dal prodotto acquistato dal cliente. Chi segue la nostra rubrica sui richiami dei prodotti di natura alimentare, di cui potete trovare uno degli articoli più recenti cliccando qui, sa perfettamente, insomma, che si potrebbe trovare di tutto. È sicuramente raro, dato che succede in pochi casi, ma questi casi possono essere a dir poco assurdi.

Uno degli esempi più strani è quello che vi stiamo per raccontare. È la storia di una nonna australiana, che, al supermercato, ha acquistato una confezione di succhi di frutta per il nipote. Arrivata a casa, poi, ha dato un succo al nipote, e quest'ultimo le ha prima chiesto una cannuccia ma, poi, ha preferito chiederle di mettere il succo nel bicchiere. Ed è stato decisamente meglio così: nel brick del succo, infatti, nonna e nipote hanno trovato delle cose disgustose.

Nonna compra il succo di frutta al nipote al supermercato: quello che trovano al suo interno è disgustoso

La madre del ragazzino, e figlia della donna che ha acquistato il succo di frutta, ha pubblicato, nel gruppo Facebook 'Mums on a Budget Australia', una serie di foto in cui ha mostrato cosa ha trovato nel succo di frutta. Una serie di pallini di una sostanza nera, non ben specificata: qualcosa di a dir poco disgustoso. La consistenza, come si legge in un articolo pubblicato dal quotidiano online spagnolo La Vanguardia, ricordava quella di uva passa impregnata di succo. Non è chiaro di cosa si tratti, ma per qualcuno potrebbe essere del sedimento dalla cisterna di produzione del succo. Qualunque cosa fosse, però, sicuramente non ha un bell'aspetto.

supermercato-disgustoso-succo-di-frutta-nonna
Ecco cosa ha ritrovato la donna nel succo di frutta.

Scopriamo, poi, leggendo in un articolo pubblicato da Kidspot News Australia, che la donna ha riportato il succo al supermercato, e ha ricevuto un voucher di 10 dollari australiani, che equivalgono a circa 6 euro. La donna non ha, però, apprezzato il voucher: ha detto alla suddetta rivista, infatti, che preferirebbe che i gestori del supermercato approfondissero la questione, e cercassero di capire cosa, effettivamente, è successo, al fine di evitare che accada di nuovo. Quello che possiamo consigliarvi, parlando di questa storia, nonostante si tratti di un episodio avvenuto in Australia, è quello di fare sempre molta attenzione a quello che consumate.

LEGGI ANCHE>>>Mostra il racconto horror scritto e disegnato dalla figlia piccola: la reazione del pubblico è inaspettata

Lascia un commento