"Mi sono trasferito in Islanda per lavoro: ecco quanto ho messo da parte in 8 mesi"

Un ragazzo che si è trasferito in Islanda per lavoro nel 2023 ha raccontato quanto è riuscito a mettere da parte in otto mesi. La nazione a metà strada tra Europa e Americhe è conosciuta per il costo medio della vita più alto rispetto alla media europea.

L'Islanda vanta circa 393.000 abitanti e, pertanto, è il sesto paese meno abitato di Europa. Un numero più basso di residenti lo registrano solo microstati come San Marino, il Principato di Monaco, Liechtenstein, Andorra e Città del Vaticano. La densità media è tra le più basse del pianeta e oltre un terzo degli abitanti vive nella capitale, Reykjavík. Ampie parti dell'entroterra sono del tutto disabitate. Non essendo stata soggetta a significativi flussi migratori negli ultimi cento anni, l'Islanda ha una popolazione piuttosto omogenea. Gli immigrati rappresentano comunque il 13% della popolazione e sono in gran parte polacchi, seguiti da altre etnie europee.

Se consideriamo unicamente il PIL pro-capite, l'Islanda è al settimo posto della classifica mondiale dei paesi più ricchi in assoluto. La sua posizione isolata, il clima freddo e le frequenti eruzioni vulcaniche la rendono una meta poco appetibile per i migranti economici. Si stima che quelli regolari siano appena 33.000 in tutta la nazione. A questo gruppo appartiene Bernat, un ragazzo spagnolo, nato e cresciuto in Catalogna. A metà 2023, il giovane ha abbandonato il suo paese natio per cercare un'avventura diversa e si è trasferito proprio in Islanda insieme alla fidanzata. Col senno di poi, è stata una decisione azzeccata, almeno dal punto di vista economico.

Si trasferisce in Islanda per lavoro: quanto ha messo da parte in otto mesi

Bernat conferma quanto detto sopra: l'Islanda è un paese ricco, dove le opportunità di lavoro per immigrati abbondano, visto che gli ingressi annuali non sono poi così numerosi. Nell'industria del turismo, le opportunità non mancano. Non a caso, il giovane catalano, in questi otto mesi, ha lavorato per tre hotel diversi, occupandosi di pulizia delle stanze e manutenzione. "Per i primi sette mesi ho lavorato 160 ore al mese con stipendio base. Negli ultimi trenta giorni ho raddoppiato, arrivando a 320", fa sapere. Un dettaglio fondamentale: in due dei tre alberghi dove ha lavorato gli è stato fornito anche l'alloggio.

Il tiktoker in Islanda non mangia fuori e ha avuto l'alloggio incluso in due posti di lavoro su tre.
Il tiktoker in Islanda non mangia fuori e ha avuto l'alloggio incluso in due posti di lavoro su tre.

"Sono riuscito a mettere da parte 22.000€ in otto mesi. Faccio la spesa al supermercato e mangio quasi sempre a casa. Abbiamo comprato una macchina ma l'abbiamo rivenduta allo stesso identico prezzo", ammette. Il fatto di aver risparmiato sull'affitto ha certamente influito, perché mettere da parte 22.000€ in otto mesi non è facile, nemmeno per una persona parecchio parsimoniosa. Bernat ha precisato che è in Islanda con la sua fidanzata, che ha messo da parte "più o meno la stessa cifra". Un utente che ha vissuto in Islanda ha fatto sapere che trovare una casa in affitto è "difficile" e quelle poche disponibili sono "carissime". Il tiktoker conferma: "Vero. Se non lavori a Reykyavik, la maggior parte dei datori di lavoro ti forniscono anche l'alloggio".

@bernatxelmundo

🇮🇸💲 CUANTO GANÉ EN ISLANDIA? - ¿ Cuanto he ahorrado tras trabajar 8 meses en el pais de los vikingos? - En este tiempo trabaje en 3 hoteles, con el salario basico y una media de horas normal 160h al mes (a excepción del ultimo mes q trabaje 320h). - Añadir q en 2 de esos 3 trabajos el alojamiento estaba incluido. Comprábamos en el super y casi siempre hemos comido en casa, no hemos viajado muchisimo y el coche q compramos lo vendimos x el mismo precio... - Asi que el dinero que YO HE ahorrado durante estos 8 meses de trabajo en Islandia es de... 22.000€! - ¿Que os parece? - #islandia #iceland #viajes #trabajarenelextranjero #trabajarenislandia #ahorrardinero

♬ original sound - teeharpo

LEGGI ANCHE: "Avevo chiuso con gli uomini, poi ho fatto 3000 km per il primo appuntamento", com'è andata

Lascia un commento