Studio Battaglia 2, pesante stroncatura per la fiction Rai con Barbora Bobuľová: "Dopo il finale di Doc, l'ennesima delusione!"

La serata di ieri è stata segnata dal ritorno della tanto attesa fiction Rai Studio Battaglia 2. Essa ha portato di nuovo sullo schermo le avvincenti vicende delle avvocate di Studio Battaglia. La seconda stagione ha mantenuto al centro della narrazione le figure di Marina (interpretata da Lunetta Savino) e le sue figlie: Anna (Barbora Bobuľová), Nina (Miriam Dalmazio) e Viola (Marina Occhionero). Eppure qualcosa sembra aver lasciato l'amaro in bocca ai fan.

Già nella prima puntata della nuova stagione di Studio Battaglia, le trame si sono evolute introducendo nuovi casi giuridici, intrighi familiari e relazioni complesse. Questi elementi hanno tenuto alto il livello di suspense per gli spettatori affezionati. Un elemento centrale è stata la trasformazione dell'ambiente lavorativo delle protagoniste nel rinominato Studio Zander Battaglia, dopo l'acquisizione dello Studio Zander. La tensione emotiva è cresciuta anche a livello personale per le protagoniste.

Anna (Barbora Bobuľová) si è trovata ancora divisa tra il suo matrimonio con Alberto e la relazione proibita con Massimo, interpretato da Giorgio Marchesi. Questo conflitto avrebbe attirato critiche tra gli spettatori perché la donna ha sempre criticato il padre, ma lei si sta comportando al suo stesso modo. Intanto, Nina (Miriam Dalmazio) e Marina (Lunetta Savino) hanno affrontato sfide professionali e personali, contribuendo alla trama densa e avvincente della serie. Come anticipato, la prima puntata di Studio Battaglia 2 ha attirato l'attenzione degli spettatori, ma ha anche suscitato alcune critiche.

Studio Battaglia 2 lascia l'amaro in bocca: cosa non funziona per i fan della fiction di Rai 1 con Lunetta Savino

Uno degli elementi controversi è stata la gestione degli sceneggiatori della gravidanza di Viola, interpretata da Marina Occhionero, che è stata breve e ha portato alla perdita del bambino in modo quasi frettoloso, secondo alcuni telespettatori. Questo evento avrebbe potuto aprire nuove prospettive narrative e relazionali per il personaggio, ma è stato risolto troppo rapidamente. Tuttavia, le critiche più accese sono state rivolte alla durata della serie, composta solo da tre puntate (sei episodi in totale), con le ultime due trasmesse nella stessa settimana, la prossima.

Questo ha deluso molti fan che avrebbero preferito una serie più prolungata per poter approfondire meglio le storie e i personaggi che amano. I commenti su Twitter/X riflettono questa stroncatura e il desiderio di una narrativa più estesa e articolata. "Ma io voglio millemila puntate solo con Massimo, ma che vuol dire solo tre puntate?", "Una serie così ben fatta con attori straordinari trattata così male! Solo 3 puntate! Ma voi siete pazzi", "Io dopo aver scoperto che la settimana prossima finisce già tutto sono scioccata davvero. Non solo il finale di Doc, mò pure questo", "Non solo c'è una puntata in meno rispetto alla prima stagione, ma addirittura le ultime due le faranno nella stessa settimana così praticamente la settimana prossima già finisce... CHIAMASI CRUDELTÀ", alcuni commenti.

Studio Battaglia 2

Nonostante le critiche, Studio Battaglia 2 ha dimostrato di mantenere un alto livello di coinvolgimento e interesse da parte del pubblico, grazie alle trame avvincenti e alle interpretazioni degli attori. Resta da vedere come la serie si concluderà nella prossima settimana, con un doppio appuntamento che si preannuncia ricco di emozioni e colpi di scena per i personaggi di Studio Zander Battaglia.

LEGGI ANCHE: Un Posto al Sole, anticipazioni mercoledì 20 marzo: Serena scopre tutto!

Lascia un commento