Turista spagnolo entra in un bar a Roma e rimane sorpreso: "Non sapevo fosse vietato"

Un turista spagnolo è entrato in un bar di Roma e ha fatto una scoperta che lo ha lasciato piuttosto sorpreso. Il ragazzo non era a conoscenza di una legge italiana relativa ai bar. La realtà dei fatti, però, è un po' diversa da come l'ha raccontata lui.

Si dice che spagnoli e italiani siano "cugini". Le due nazioni e i loro popoli hanno molte similitudini e altrettante differenze. Se è vero che le due lingue nazionali suonino simili e non sia impossibile capirsi a vicenda, più si studia il castellano, più ci si accorge che è una lingua dalla grammatica complessa. Insomma, per parlare correttamente spagnolo ed evitare di esprimersi tramite traduzioni fantasiose, bisogna studiare. Chi si reca in Spagna in vacanza troverà un ambiente accogliente e non troppo diverso da quello italiano. Viceversa per gli spagnoli che visitano il nostro paese.

Come dicevamo, ci sono comunque alcuni aspetti del nostro paese che possono spiazzare uno spagnolo. Carilyoelnervio è un tiktoker molto seguito nel paese iberico. Insieme a Natalia Palacios spesso viaggia in giro per il mondo e lo racconta sui propri profili social. Di recente, i due sono stati a Roma e qui hanno dedicato un video a una "stranezza" dal loro punto di vista. "Quello che mi è appena successo in Italia non mi era mai successo in nessun altro paese", assicura. I due erano in un bar di fronte al Colosseo quando, dopo aver bevuto un drink, hanno chiesto un mazzo di carte al personale del bar, che ha risposto negativamente.

Turista spagnolo a Roma rimane sorpreso dal divieto di giocare a carte nei bar

Il barista ha risposto che il gioco delle carte, in Italia, è proibito. Carliyo, rivolgendosi al suo pubblico, ha affermato: "Come impieghiamo il tempo? Cosa fa la gente qui quando al bar, dopo un po', si annoia?". Il video ha generato decine e decine di commenti. Alcuni spagnoli hanno segnalato che molti bar del loro paese non hanno mazzi di carte e proibiscono ai clienti di usarli sui propri tavoli. I due tiktoker spagnoli sono rimasti parecchio sorpresi, anche per via della reazione quasi indignata dei camerieri alla loro richiesta. "Mi hanno guardata malissimo - afferma Natalia - poi abbiamo cercato su Google e abbiamo letto che si può fare solo nei casinò e luoghi simili".

Il turista spagnolo è rimasto sorpreso rispetto alla legge sulle carte da gioco nei bar italiani.
Il turista spagnolo è rimasto sorpreso rispetto alla legge sulle carte da gioco nei bar italiani.

In realtà giocare a carte non è vietato nei bar, né in altri esercizi pubblici analoghi. Il problema sorge qualora nel gioco sia prevista anche una scommessa in denaro. Per il Codice Penale italiano, chiunque proponga o favorisca il gioco d'azzardo in circoli privati o luoghi aperti al pubblico, in teoria, è punibile con l'arresto e un'ammenda. Anche chi partecipa è passibile di denuncia, ma le pene sono più lievi rispetto agli organizzatori. Curiosamente, il Testo Unico delle Leggi di Pubblica sicurezza contempla un elenco dei giochi proibiti nei bar italiani. Ci sono tutti quelli di carte: dal poker a scala quaranta, passando per poker, burraco, 7 e mezzo e ramino, ma anche dadi, tombole e morre. In caso di controlli, il gestore del bar è esonerato da responsabilità nel momento in cui espone un cartello con l'espressione chiara del divieto.

@carliyoelnervio

Por la cara 🆎 #carliyoelnervio

♬ sonido original - Carlos García

LEGGI ANCHE: Cuba, tiktoker mostra come sono (e quanto costano) i cinema del suo paese

Lascia un commento