Ex poliziotto: "Un ladro ha rubato la carta di credito di mia moglie e non ho presentato denuncia", il motivo è esilarante

Un poliziotto in pensione ha ammesso che un ladro ha rubato la carta di credito di sua moglie e che lui non l'ha denunciato. Molti sono rimasti sorpresi, soprattutto considerando che è un agente, ma l'uomo ha fornito una spiegazione più che convincente.

Quando subiamo un furto, una delle prime cose che facciamo è denunciarlo alla polizia. Se sono coinvolti anche documenti, tessere o carte di credito, la trafila burocratica è ancora più complessa, perché bisogna chiamare il proprio istituto e chiedere di bloccare la carta. Insomma, una situazione parecchio scomoda in cui faremmo a meno di trovarci per tutta la vita. La triste realtà è che ogni giorno, nel mondo, avvengono migliaia di furti. Uno di questi ha avuto un esito molto singolare. Come riporta il Daily Star, un ex capo poliziotto ha ammesso di non aver denunciato il furto della carta di credito della moglie.

Lord Mackenzie, di Framwellgate, oggi 81 anni, ha rilasciato questa dichiarazione inaspettata durante un'audizione all'House of Lords (Camera dei Lord inglesi). Chi lo ascoltava è rimasto letteralmente scioccato. Qualcuno ha perfino dubitato che l'ex capo sovraintendente della contea di Durham stesse dicendo sul serio. Durante un convegno sul tema dei pagamenti elettronici, l'uomo ha raccontato che la moglie è stata vittima di un furto durante uno dei suoi "rari viaggi" a Londra. Quanto detto subito dopo sembra incredibile ma è tutto vero: "Ho monitorato l'uso della carta e ho deciso di non denunciare il furto. Il ladro spendeva molto meno di mia moglie".

Non denuncia il furto della carta di credito della moglie perché "spende meno di lei"

Molti dei presenti hanno riso di gusto dopo questa frase, altri sono rimasti confusi. L'ex polizotto ha confermato più volte di essere serio. Charlotte Vere, baronessa e membro della Camera dei Lord inglese, ha risposto: "Credo che in casi del genere bisognerebbe sempre e comunque riportare il tutto alla polizia". L'argomento veniva discusso dopo essere stato introdotto da Lord Blunkett, politico inglese molto famoso nato cieco, che ha parlato del tema dei pagamenti digitali. A suo dire, c'è bisogno di maggiore impegno da parte di tutti affinché questi diventino accessibili anche a chi, come lui, non può contare sul senso della vista.

Il poliziotto, oggi facente parte della House of Lords. By Roger Harris
Il poliziotto, oggi facente parte della House of Lords. By Roger Harris

"Se dobbiamo digitare un PIN su uno schermo piatto, rischiamo di sbagliare e perdere l'accesso. Bisognerebbe pensare a dispositivi in grado di accettare pagamenti digitali che siano compatibili anche con chi, come noi, non ci vede". La battuta dell'ex poliziotto ha spiazzato molti e ha sicuramente regalato una risata a chi l'ha ascoltata in diretta. Si potrebbe immaginare che un ladruncolo, una volta in possesso di una carta di credito, spenda senza ritegno. Nel caso di specie, non è così. O forse era la moglie del poliziotto a non avere davvero freni? Un aneddoto interessante, che ha lasciato molti con il dubbio. Un ex poliziotto, che ha lavorato (anche) per prevenire furti, può davvero scherzare su un argomento del genere?

LEGGI ANCHE: "Posso usare la carta di credito di mio marito senza limiti: ecco cosa ho comprato oggi"

Lascia un commento