Miami Open, doppia delusione per Lorenzo Sonego: perché la sconfitta contro Evans è cocente

Doppia delusione per Lorenzo Sonego: la sconfitta subita da Daniel Evans, nel corso del primo turno del Miami Open, è particolarmente cocente. Non solo per la sconfitta in sé, ma anche per un altro, peculiare, motivo.

Il mese di marzo non è ancora finito e, con esso, non è ancora finita la prima fase statunitense del calendario annuale del tennis. Come è noto, infatti, nel mese di marzo si tengono i due tornei del 'Sunshine Double', la serie di competizioni che si svolge intorno all'inizio della primavera, nei due Stati più 'assolati' degli USA. Il primo, infatti, si tiene a Indian Wells, in California, e il secondo, a Miami Gardens, in Florida. Da pochi giorni, è iniziato il secondo dei due tornei, il Miami Open, per l'appunto. Questo torneo è decisamente importante per il primo tennista italiano, Jannik Sinner: esattamente come nel caso di Indian Wells, infatti, il tennista altoatesino potrebbe superare Carlos Alcaraz, e diventare il secondo tennista al mondo.

Per farlo, però, Sinner dovrebbe vincere il torneo, e Alcaraz dovrebbe fermarsi ai quarti di finale: è, insomma, decisamente più difficile di come sarebbe stato in California. In ogni caso, si tratta di un torneo importante per l'altoatesino: qualora vincesse, infatti, sarebbe il terzo torneo vinto dall'inizio dell'anno, e il secondo di un circuito Masters 1000. Anche per gli altri tennisti italiani si tratta di un torneo importante: tra questi, in particolare, lo è per Jasmine Paolini e per la coppia formata da Andrea Vavassori e Simone Bolelli. La prima, infatti, giocherà sia in singolare che in coppia con Sara Errani, e potrebbe ottenere la sua seconda vittoria in un torneo del circuito WTA 1000. Per i secondi, arrivati in finale all'Australian Open, si tratterebbe di una conferma importante.

Miami Open: doppia delusione per Lorenzo Sonego, sconfitto da Daniel Evans

In generale, comunque, un torneo del circuito Masters 1000 è importante per tutti i tennisti che vi partecipano. Il percorso di molti tennisti azzurri, all'interno del Miami Open, è già iniziato: per Matteo Arnaldi, ad esempio, è iniziato bene, in quanto il tennista sanremese ha battuto Arthur Fils, e si è guadagnato l'accesso ai trentaduesimi di finale. Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego, invece, non possono dire lo stesso: entrambi, infatti, sono stati battuti al termine di match decisamente lunghi, durati tre set, e dopo aver vinto il primo set. Per Lorenzo Sonego, in particolare, quella subita ieri è stata una sconfitta doppia.

lorenzo-sonego-miami-open-battuto-da-evans
Lorenzo Songo battuto da Daniel Evans. (Fonte: Twitter - X - FITP).

Il tennista piemontese, infatti, è stato battuto da Daniel Evans: un tennista, cioè, che era sempre riuscito a battere precedentemente. Come si legge nel tweet qui sotto, infatti, Sonego aveva battuto Evans tre volte in singolare, e altre due in doppio, insieme ad Andrea Vavassori. Per la prima volta, dal 2019, dunque, Sonego non è riuscito a raggiungere il secondo turno del torneo di Miami. Siamo sicuri, però, che riuscirà a rifarsi nel corso dei prossimi tornei.

LEGGI ANCHE>>>MotoGP, Fermin Aldeguer approda in Ducati nel 2025: ecco il team scelto

Lascia un commento