Babysitter fa mangiare carne ai figli vegetariani, loro madre le chiede questo risarcimento

Una babysitter ha raccontato di come abbia fatto mangiare un piatto a base di carne a due bambini vegetariani. Questo errore ha spinto loro madre a chiederle un risarcimento pecuniario.

Le persone vegetariane hanno fatto una scelta di vita molto precisa: eliminare la carne dalla propria alimentazione. 9 volte su 10 i motivi sono etici: milioni di esseri umani non vogliono cibarsi del corpo di una creatura che, un tempo, era vivente. Altri lo fanno per motivi salutistici: sicuramente alcuni tipi di carne, soprattutto se consumate spesso, non fanno bene al nostro corpo. Se due persone vegetariane fanno un figlio, è altamente probabile che gli impongano questa scelta fin dalla nascita.

Un bambino nato da genitori vegetariani probabilmente seguirà la stessa alimentazione fino all'età adulta.
Un bambino nato da genitori vegetariani probabilmente seguirà la stessa alimentazione fino all'età adulta.

I genitori vegetariani convinti vogliono prestare il massimo dell'attenzione affinché loro figlio stia lontano dalla carne. Di recente, però, è successo un episodio che ha creato più di un problema. Una babysitter 19enne ha raccontato di come abbia fatto mangiare delle crocchette di pollo a due bambini vegetariani: un maschio di 9 anni e una femmina di 7. La ragazza li accudisce da due anni ed era una persona fidata per i suoi genitori. Parliamo al passato perché ora non lo è più. Alcuni giorni fa, è successo che la babysitter abbia accontentato una loro richiesta: comprare una porzione ciascuno di crocchette di pollo (nuggets) di McDonald's. Dato che i bambini per tutta la giornata si erano "comportati bene", la 19enne ha voluto premiarli dicendo "sì".

La babysitter che fa mangiare carne ai bambini vegetariani

A raccontare tutto è stata la babysitter. "Loro madre è tornata prima del previsto e ha visto i bambini mentre mangiavano le crocchette di pollo. Gliele ha letteralmente strappate di mano e ha iniziato a urlarmi contro. Mi ha detto che sono una persona orribile per aver permesso loro di mangiare cadaveri di animali e ha anche sgridato i figli per lo stesso motivo". Come prevedibile, il loro rapporto lavorativo si è interrotto lì. "Mi ha fatto uscire di casa senza pagarmi e più tardi mi ha mandato un messaggio, chiedendomi 300 dollari di risarcimento per ciascun bambino. Sostiene che ho causato loro un danno emotivo e che se avessi rifiutato di pagarla, mi avrebbe portata in tribunale".

La 19enne ha concluso: "Mi sono rifiutata di pagare e le ho detto che avrebbe dovuto avvisarmi che sia lei che i figli fossero vegetariani. Rispetto la loro scelta di vita, ma dato che non lo sapevo, non mi assumo la responsabilità. Lei ha risposto che non dovrei dar per scontato che ognuno mangi la carne. Sia mio fratello che mio padre sono avvocati e non ho paura delle sue minacce". Tuttavia, la 19enne ha preferito "evitare" di raccontarglielo e ha chiesto aiuto al popolo di Reddit su come gestire la situazione. Alcuni suggeriscono di chiederle i soldi non versati: "Mandale il bigliettino del tuo avvocato e dille che se non ti pagherà la giornata di lavoro, allora davvero vi vedrete in tribunale", scrive uno. Un altro suggerisce di farle fare la denuncia, in modo che perda tempo e soldi. Ne ha parlato The Mirror.

LEGGI ANCHE: Ordina un pasto vegetariano sull'aereo e trova carne di pollo all'interno: come risponde la compagnia

Lascia un commento