"Sono allergica quasi a ogni cibo esistente", la difficile vita di una 24enne: ecco cosa può mangiare

Una 24enne ha dichiarato di essere allergica a "quasi ogni cibo esistente". Non è un disagio come un altro: se commette un errore, le conseguenze possono essere perfino fatali. La ragazza ha condiviso una lista (molto corta) di alimenti che, al contrario, può ingerire e sui quali si basa la sua alimentazione.

Una ragazza di 24 anni, Caroline Cray, appartiene a un ristretto numero di persone che sono allergiche a quasi ogni tipo di cibo esistente. In un'intervista a SWNS ha parlato della sua difficile vita. Tutto è iniziato quando ha scoperto di essere affetta da Sindrome da attivazione mastocitaria, una malattia rara. Eviteremo di fornire una spiegazione scientifica, ma all'atto pratico questa sindrome non le permette di mangiare praticamente nulla. La 24enne non può consumare neppure riso e pane, due alimenti che per milioni di persone sono essenziali.

Attualmente, Caroline mangia solo due alimenti: EleCare (un marchio americano di latte artificiale in polvere) e farina d'avena. Altri cibi le causerebbero "gravi forme di sintomi allergici che potrebbero intaccare le funzioni vitali". Chiaramente non poter consumare gli stessi alimenti dei propri familiari o dei propri amici è una sorta di incubo, ma Caroline prova a non farlo pesare. "Mi siedo a tavola con i miei familiari e mangio quello che posso. Esco con i miei amici e porto la cena di casa. Per loro la buona notizia è che guido sempre io, dato che non bevo alcolici". La lista dei cibi a cui è allergica e il cui consumo potrebbe perfino essere fatale è lunga e include pesce, frutta secca, sesami, kiwi, mostarda e tanti altri. Sfortunatamente, è allergica anche al pelo di gatti e cani.

La 24enne allergica a "quasi ogni cibo esistente"

 "Se mangio un cibo sbagliato, finisco in shock anafilattico. È davvero dura. Se non hai la mia condizione, non pensi al cibo di continuo. Io sono costretta a farlo". La donna, residente nello stato del New England, ha capito che qualcosa non andava sette anni fa, quando ha subito uno shock anafilattico pochi minuti dopo aver finito di mangiare un gelato, rimanendo ricoverata in ospedale pe 12 ore. Dopo essersi ripresa, ha evitato il gelato. Purtroppo, però, nelle settimane seguenti ha subito altri shock anafilattici, il più grave dei quali dopo aver consumato un piatto di riso con fagioli e rimanendo in terapia intensiva per 12 giorni.

SU TikTok, la 24enne mostra le 'ricette' con gli unici due cibi che può consumare in sicurezza. Credits: carolinecray - TikTok
SU TikTok, la 24enne mostra le 'ricette' con gli unici due cibi che può consumare in sicurezza. Credits: carolinecray - TikTok

Inizialmente i medici credevano che si trattasse di un problema transitorio e che in "qualche mese" sarebbe passato, motivo per cui le hanno prescritto degli antistaminici e ordinato la visita da uno specialista. Dieci mesi dopo, a Cray è stata diagnosticata la Sindrome da attivazione mastocitaria. "Ho iniziato a piangere, che è un evento raro per me. Sono una persona fredda e tutt'altro che emotiva". Oggi mangia farina d'avena e latte artificiale tre volte al giorno e prende diversi farmaci e antistaminici. Nel frattempo, grazie a degli specialisti, sta analizzando ancora meglio la sua condizione. "Provo pezzetti di cibo diversi ogni giorno e il mio medico registra la mia reazione. Può darsi che in futuro varierò la mia dieta".

@carolinecray

Buzzfeed wrote an article about me!!! Link in my bio, go check it out! #mastcellactivationsyndrome #mcas #mastcellactivationdisorder #mcad #autoimmunedisease #autoimmunedisorder #autoimmunewarrior #foodallergyawareness #foodallergy

♬ original sound - CarolineCray

LEGGI ANCHE: "Sono allergica all'acqua: ecco come mi faccio la doccia", la difficile vita di una 21enne

Lascia un commento