Carne, lotti ritirati per rischio listeria: l'allarme del Ministero della Salute

Nuovi lotti ritirati di carne per rischio listeria: il Ministero della Salute ha annunciato il richiamo di diverse confezioni di sfilacci di carne equina dai supermercati, scopriamo insieme tutti i dettagli.

Annunciato l'ennesimo richiamo di lotti di carne. In questo caso, si tratta di un richiamo per rischio microbiologico: in seguito a determinate analisi, infatti, gli operatori hanno evidenziato la presenza del batterio della Listeria monocytogenes, oltre i limiti di legge. Il batterio della Listeria monocytogenes è responsabile dell'infezione da listeria, o listeriosi: si tratta di un'infezione che, di solito, si scatena come una malattia di tipo gastrointestinale. I sintomi sono tipici delle gastroenteriti classiche: chi si ammala di listeriosi, infatti, può avvertire dolori addominali e allo stomaco, crampi, diarrea, vomito, o avere la febbre.

Solitamente, la listeriosi non è una malattia grave: per quanto possa essere fastidiosa, infatti, se ben curata, dopo pochi giorni scompare. In alcuni, rari e gravi casi, però, i sintomi possono essere più gravi, e possono svilupparsi delle forme virali molto più aggressive, fino a sfociare nel manifestarsi di meningiti o meningoencefaliti. Per questo motivo, dunque, bisogna prestare molta attenzione a questa malattia. Il batterio della listeria si trova, originariamente, nel terreno o nell'acqua, ma può, per l'appunto, contaminare le carni e i derivati. L'allarme è per rischio microbiologico, proprio perché il rischio microbiologico si manifesta ogni qual volta si sospetta la presenza di un batterio, come in questo caso, o di un virus o di un altro agente patogeno. Tra gli altri rischi possibili, citiamo il rischio fisico, il rischio chimico e il rischio della presenza di allergeni.

Carne, nuovi lotti ritirati per rischio listeria: tutti i dettagli sui richiami del Ministero della Salute

Tre modelli di richiamo sono stati pubblicati dal Ministero della Salute. In particolare, uno riguarda un lotto di Sfilacci di equino di 100 grammi, a marchio Masina Dal 1929, mentre altri due riguardano un lotto di Sfilacci di equino 80 grammi, a marchio Casa Alì. Il nome o la ragione sociale dell'OSA - Operatore del Settore Alimentare del primo è Naba Carni Spa, mentre il numero del lotto di produzione è 24001987. La data di scadenza è, invece, fissata al 12 luglio 2024. Il peso della confezione di vendita è, per l'appunto, di 100 grammi, e l'unità è un sacchetto ATP.

lotto-ritirato-carne-listeria-rischio-richiamo-1
Il primo richiamo del lotto di sfilacci di carne equina. (Fonte: Ministero della Salute).

Per quanto riguarda gli altri due richiami, invece, il nome o la ragione sociale dell'OSA in questione è Alì Spa, mentre le date di scadenza sono fissate al 4 e al 7 maggio 2024. Il peso delle vaschette in ATP è di 80 grammi, mentre il numero del lotto di produzione è 24001987. Il marchio di identificazione, per tutti e tre i richiami, è IT 2027S CE, mentre il nome del produttore è Europe Meat International Srl. Lo stabilimento è sito in provincia di Treviso, a Resana, ed esattamente in via Roma n°13.

lotto-ritirato-carne-listeria-rischio-richiamo-2
Il secondo richiamo del lotto di sfilacci di carne equina. (Fonte: Ministero della Salute).

Il motivo di tutti e tre i richiami, come già sottolineato prima, è il rischio della presenza del batterio della Listeria monocytogenes. I consumatori sono, dunque, invitati a non consumare il prodotto. Attendiamo ulteriori aggiornamenti e dettagli sui richiami di prodotti di natura alimentare, che pubblicheremo, come sempre, con rapidità.

lotto-ritirato-carne-listeria-rischio-richiamo-3
Il terzo richiamo del lotto di sfilacci di carne equina. (Fonte: Ministero della Salute).

LEGGI ANCHE>>>Surgelati, lotti ritirati per contaminazione da virus: gli annunci del Ministero della Salute

Lascia un commento