Svizzera, turisti ordinano hamburger e patatine in hotel: quando leggono lo scontrino rimangono senza parole

Due turisti australiani in vacanza in Svizzera hanno mangiato un hamburger a testa, una porzione di patatine e bevuto una bevanda non alcolica in hotel; quando hanno detto la cifra dello scontrino, sono rimasti sorpresi (non in positivo).

Grindelwald è un nome che suona comune ai fan di Harry Potter. Nel caso odierno, però, i romanzi di J.K. Rowling non c'entrano nulla. Grindelwald è un comune svizzero di appena 3.700 abitanti ed è località turistica rinomata tra gli amanti della montagna. Potremmo dire che è il classico borgo di montagna immerso nel verde, nel cuore della Svizzera. Da qui si possono raggiungere numerose vette appartenenti alle Alpi, sia quelle di 1300 metri s.l.m. che quelle più impegnative, come il Männlichen (2225 metri). Un aspetto curioso di questa località è che ogni famiglia originaria del luogo è responsabile diretta della manutenzione di ogni bene che si trova all'interno del comune.

Due turisti australiani che hanno soggiornato per alcuni giorni a Grindelwald sono i protagonisti di un articolo pubblicato su News.com.au, portale di notizie australiano tra i più letti della nazione. I due giovani sapevano che la Svizzera fosse nella top 10 delle nazioni più care al mondo per costo della vita. Non si aspettavano, però, che il cibo costasse così tanto. La coppia, che ha soggiornato in un hotel di Grindelwald, ha pagato l'equivalente di 150 dollari australiani (91€) per due hamburger, una porzione di patatine e due bevande gassate ordinate in struttura. "Quando ho letto la cifra sullo scontrino, pensavo che avessero sbagliato", ha ammesso Maria Antoniou.

Svizzera, pagano 150$ per hamburger e patatine in hotel: lo scontrino shock

La giovane ha aggiunto: "Non abbiamo fatto molti acquisti in Svizzera, per cui non saprei dire molto. Di sicuro, ho trovato eccessivo il prezzo per il cibo. Se fossi stata in Australia e mi avessero detto in anticipo che avrei pagato 150 dollari per questo cibo, sarei uscita immediatamente dal ristorante". Maria ha aggiunto: "Nei giorni successivi, ci siamo accorti che anche il cibo da strada era carissimo. La gente del posto faceva la spesa e i prezzi erano più ragionevoli". Ad ogni modo, malgrado il cibo venduto a peso d'oro, per i due australiani la Svizzera "merita tantissimo".

Malgrado lo scontrino 'shock', la ragazza assicura che la Svizzera è un paese stupendo, da visitare assolutamente.
Malgrado lo scontrino 'shock', la ragazza assicura che la Svizzera è un paese stupendo, da visitare assolutamente.

"Una delle nazioni più belle mai visitate - assicura la donna - foto e video non renderanno giustizia. Io e il mio fidanzato già non vediamo l'ora di tornare. Se avete in mente di andarci, assicuratevi di mettere un po' di soldi da parte". Altri australiani si sono detti "scioccati" per il prezzo del cibo in Svizzera, perfino nei fast food. Uno scrive: "Abbiamo ordinato tre menù large da Burger King e abbiamo pagato 210 dollari australiani (127€, ndr)". Un altro conferma: "Un menù Big Mac a Zurigo mi è costato 35 dollari australiani (21€, ndr)". E ancora: "Ho comprato dei Noodles istantanei nel mio ostello e ho pagato 15 dollari australiani (poco più di 9€, ndr)".

LEGGI ANCHE: Va al ristorante e sullo scontrino trova un extra "senza senso": dov'è successo

Lascia un commento