Prestito, esperto rivela un metodo per avere interessi più bassi: "Non servono nemmeno garanzie o ipoteche"

Né banche, né ipoteche, né garanzie di terzi come i genitori: con il metodo di cui parla un noto avvocato italiano, saldare il debito di finanziamento di un prestito diventa più facile, e con interessi più bassi. Nell'articolo, troverete tutti i dettagli.

Il prestito personale è una forma di finanziamento, che prevede la cessione di una somma di denaro, utile a finanziare, per l'appunto, progetti personali o familiari. Può essere utilizzato per scopi di diverso tipo: per acquistare un'auto, per coprire delle spese improvvise, per finanziare un progetto al quale si sta lavorando etc. Solitamente, per richiedere un prestito, vengono chieste delle garanzie particolari da terzi, come i genitori, o viene chiesto di ipotecare un determinato bene immobile. Il motivo per il quale le finanziarie o le banche chiedono garanzie e ipoteche è perché potrebbero sopraggiungere dei problemi, che renderebbero impossibile, al richiedente, saldare il debito.

Ipotecando un bene immobile, ad esempio, si viene costretti a cedere questo bene, qualora fosse impossibile saldare il resto del debito. Allo stesso modo, la garanzia di altre persone aiuta il richiedente a ottenere il prestito che, in caso contrario, potrebbe non ottenere. Ogni prestito prevede, naturalmente, un tasso di interesse: il tasso di interesse determina il margine di guadagno della finanziaria che concede il prestito stesso. Il tasso di interesse varia: secondo quanto spiega la Banca d'Italia nel portale Economia per Tutti, in media, nel dicembre del 2023, il tasso di interesse per i nuovi mutui era del 4,82%, mentre per i prestiti personali e per il credito al consumo era del 10,16%.

Prestito, esperto parla della cessione del quinto dello stipendio: "Con questo metodo, gli interessi sono più bassi ed è difficile anche risultare morosi"

Esiste un metodo, però, per saldare un debito derivante da un prestito personale, che prevede il pagamento di interessi più bassi, e non rende necessarie ipoteche o garanzie di terzi. Angelo Greco, noto avvocato italiano e direttore della pagina La Legge per Tutti, ne ha parlato in un recente video, pubblicato sulle sue pagine social. Il metodo in questione è la cessione del quinto dello stipendio. Come spiegato da Greco, i lavoratori dipendenti possono decidere di chiedere al proprio datore di lavoro di cedere un quinto dello stipendio alla Finanziaria, per saldare il debito contratto con quest'ultima. In questo modo, ogni mese, il quinto dello stipendio andrà direttamente alla Finanziaria, senza dover predisporre il pagamento. Difficilmente, quindi, si sarà morosi in questo caso, perché il pagamento sarà puntuale, esattamente come lo stipendio.

@angelogrecoofficial

Come funziona la cessione del quinto dello stipendio: vantaggi e svantaggi #prestito #stipendio #mutuo #banca #finanziamento

♬ suono originale - Angelo Greco

Anche il tasso di interesse richiesto sarà più basso, rendendo, di fatto, più conveniente il prestito e meno oneroso il pagamento mensile. Secondo un'indagine di PrestitiOnline, in effetti, è possibile trovare anche tassi d'interesse inferiori di più del 2%, rispetto a quelli dei classici prestiti personali. Fate attenzione, però: come spiega Greco, la durata del rimborso non può essere né inferiore a 24 mesi, né superiore a 120 mesi. Non è possibile, dunque, pagare con il quinto dello stipendio, dei finanziamenti più brevi del termine minimo o più lunghi del termine massimo. Si dovrà, chiaramente, avere un lavoro dipendente e una busta paga che sia sufficiente a coprire il prestito. Si dovrà, poi, sottoscrivere un'assicurazione che copra il rischio di licenziamento: sarà quest'assicurazione che farà lievitare il costo dell'operazione.

mutuo-prestito-interessi-finanziamento
Prestiti e finanziamenti.

LEGGI ANCHE>>>Offerte e sconti: esperto rivela come riconoscere quelli fasulli ed evitare la fregatura

Lascia un commento