Ricercatore universitario scopre una lista di profezie scritte 100 anni fa sul mondo del 2024: "Ha indovinato quasi tutto"

Un ricercatore universitario ha scoperto una serie di profezie scritte 100 anni fa, nell'anno 1924, su come sarebbe stato il mondo nel 2024. A suo dire, l'autore ha indovinato "quasi tutto": alcune parti sono "spaventosamente esatte", altre parlano di fatti non ancora avvenuti.

Un ricercatore canadese della University of Calgary, Paul Fairie, pubblica molti contenuti interessanti sul suo profilo Twitter/X. Lo studioso analizza quotidiani cartacei del secolo scorso per mostrare come la società fosse diversa (e sotto certi aspetti uguale) rispetto a oggi. Un post ha destato scalpore, perché riprende alcune previsioni e profezie fatte nel 1924 che si sono rivelate corrette. Va anche detto che alcune hanno toppato, almeno per ora. Premessa fondamentale: noi, oggi, diamo per scontate tantissime cose che cento anni fa nemmeno esistevano. Profezia numero 1 indovinata: le superstrade e autostrade. "Nelle città del 2024 ci saranno strade in cui le auto potranno viaggiare a velocità molto elevata", c'era scritto in un giornale degli Anni '20.

Ricordiamo che le automobili sono state inventate tra il 1880 e il 1890. Solo negli Anni '20 e solo nei paesi più ricchi sono diventate un mezzo di trasporto di 'massa'. E sicuramente nel 1920 il concetto di "autostrada" non esisteva, mentre oggi le strade a scorrimento veloce sono presenti in quasi tutto il mondo. La seconda profezia indovinata al 100% riguarda le donne tatuate. Anche nel cosiddetto Occidente, 100 anni fa i tatuaggi per le donne e per gli uomini erano estremamente rari. Nel 1924, tra gli uomini si tatuavao solo i marinai, i criminali e i membri delle gang. Solo a partire dagli Anni '60, le persone comuni hanno iniziato ad aprpezzare questa forma d'arte. Nell'articolo c'è scritto: "Entro il 2024 le donne si tatueranno e coloreranno i capelli con tutte le sfumature dell'arcobaleno". Perfetto. Non c'è altro commento da fre.

Le profezie di 100 anni fa sul mondo del 2024

Nello stesso articolo, si legge anche un altro paragrafo dedicato alle donne. "Diventeranno fisicamente più forti", scriveva l'autore. "Trascorreranno più tempo fuori casa, faranno sport e si cimenteranno in attività fisicamente rischiose". Non solo: "Intellettualmente, le donne saranno più sveglie e non timorose di emettere giudizi". Poi c'è una parte interessante riguardante la danza: "Il modo di ballare diventerà più sfrenato e vigoroso". Un'altra profezia spaventosamente corretta riguarda il concetto di "visualizzazione da remoto". All'epoca, com'è noto, la tv praticamente non esisteva e le forme di intrattenimento più comuni erano spettacoli teatrali, show circensi e concerti dal vivo.

Secondo una profezia di 100 anni fa, i cavalli si sarebbero estinti entro il 2024.
Secondo una profezia di 100 anni fa, i cavalli si sarebbero estinti entro il 2024.

"Non sarà più necessario viaggiare per assistere a uno spettacolo. Gli artisti potranno esibirsi da casa e la gente potrà guardarli da remoto", scriveva l'autore della profezia. Anche qui, ci ha 'preso' alla grande: i concerti e gli eventi in streaming sono la normalità da divesi anni. Chiudiamo con due previsioni totalmente errate e anche esilaranti. L'autore dell'articolo ha scritto che entro il 2024 i cavalli si sarebbero estinti. A suo dire, il fatto che le automobili li avrebbero sostituiti come mezzo di trasporto li rendeva "inutili". Per fortuna, non è così e i cavalli sono tanto apprezzati come cento anni fa. Chiudiamo con un'altra, altrettanto esilarante: "Entro il 2024 esisteranno dei letti in grado di lanciare i bambini fuori per farli svegliare in orario". Questo è il thread da visualizzare su X (gli articoli sono nei commenti) per chi volesse approfondire ancor di più:

LEGGI ANCHE: Un video degli Anni '60 immaginava così la vita nel 2000: "Hanno indovinato praticamente tutto"

Lascia un commento