Fusi orari, fisico rivela come superare facilmente il jet lag: "Non esagerate con queste"

Ci sono alcuni modi finalizzati a superare facilmente e velocemente il jet lag, e cioè quella condizione che le persone vivono quando viaggiano tra Paesi con fusi orari decisamente differenti: un noto esperto di fisica li ha elencati in un recente video.

Si parla, spesso, di jet lag. Il jet lag è una condizione fisica e neurologica, che colpisce le persone che effettuano viaggi molto lunghi. Il motivo riguarda i fusi orari: tutti sanno, infatti, che, a causa del moto rotatorio della Terra, la luce del sole non copre tutti i Paesi allo stesso momento. Quando in alcuni Paesi è giorno, in altri è notte, e viceversa: per questo motivo, dunque, è stata effettuata una divisione per fusi orari.

Grazie a questa divisione, in tutti i Paesi, o nelle porzioni di Paesi, appartenenti a un determinato gruppo, l'orario sarà lo stesso, mentre negli altri l'orario cambia. Va da sé, dunque, che quando effettuiamo viaggi piuttosto lunghi, tra Paesi lontani, potremmo atterrare in un Paese dove l'orario è completamente diverso da quello del Paese nel quale siamo partiti. Ed è in questi casi, che si potrebbe sperimentare il jet lag.

Fusi orari, un noto fisico rivela come superare il jet lag: ecco cosa dobbiamo fare

Come spiega Vincenzo Schettini, celebre fisico italiano, sulla sua pagina 'La fisica che ci piace', tra l'Italia e Los Angeles, negli Stati Uniti, intercorrono 9 ore di differenza, e il viaggio da Roma a Los Angeles dura, all'incirca, dodici ore. Ciò significa che, se partiamo alle ore 8 dall'Italia, il nostro orologio 'biologico' segnerà le otto di sera, ma a Los Angeles, in quel momento, saranno le 11 del mattino. Dopo mezza giornata di viaggio, insomma, avremo un'intera giornata da affrontare.

Schettini aggiunge che il nostro orologio biologico è sincronizzato al naturale ciclo del giorno e della notte, per esempio, attraverso gli stimoli della luce. Come modificare, dunque, questa 'sincronizzazione', per non avere effetti indesiderati, come emicranie, stanchezza eccessiva e confusione, tipiche del jet lag? L'esperto di fisica suggerisce, prima di tutto, di dormire e riposare in viaggio. In questo modo, arriveremo più 'svegli' e preparati ad affrontare il resto della giornata. Arrivati lì, poi, conviene stare all'aperto, accogliendo le ore di luce naturale. Ci conviene, poi, non esagerare con le bevande eccessivamente zuccherate e con il caffè: con tutte queste bevande, infatti, intensificheremmo lo squilibrio del nostro orologio biologico. Infine, Schettini consiglia di modificare, nelle settimane precedenti, lentamente i nostri orari, andando a dormire più presto o più tardi, a seconda del fuso orario del luogo che visiteremo.

jet-lag-fusi-orari-effetto
L'effetto del jet lag.

LEGGI ANCHE>>>Pasta, fisico rivela se il sale si mette prima o dopo l'ebollizione dell'acqua: tutti i consigli

Lascia un commento