"Lavoro come insegnante in Finlandia, mi hanno rifiutato questa foto sul documento", ecco perché

Una donna che lavora come insegnante in Finlandia ha raccontato un aneddoto molto curioso riguardante la foto per il suo documento di identità. La giovane si è vista rifiutare una foto segnaletica per un motivo da lei definito "assurdo".

Poche settimane fa, per il settimo anno di fila, la Finlandia ha vinto il titolo di nazione più felice al mondo. L'Università di Oxford, infatti, ogni anno redige il 'World Happiness Report', che a tale scopo prende in considerazione sei statistiche: PIL pro-capite, funzionamento dello stato sociale, aspettativa di vita, libertà, generosità e mancanza di corruzione. La Finlandia è finita al primo posto con un risultato di 7.741. Non tutte le nazioni del globo sono incluse nello studio: su un totale di 193 (ufficialmente riconosciute), ce ne sono infatti 130. Un altro dettaglio fondamentale è che nella top 10 sono presenti solo due nazioni - Australia e Olanda - con una popolazione superiore ai 15 milioni di residenti.

Dopo la Finlandia, ci sono, in ordine: Danimarca, Islanda, Svezia, Israele, Olanda, Norvegia, Svizzera e Australia. Insomma, 8 su 10 sono europee e sono presenti cinque su sei delle cosiddette nazioni scandinave (mancano le isole Far Øer). Frank Martella è un filosofo e psicologo finlandese. A suo dire, i suoi connazionali sono felici perché hanno "un forte senso di comunità", fanno spesso del bene agli altri e hanno obiettivi molto chiari nella propria vita. Il filosofo, poi aggiunge: "Credo sia più corretto dire che la Filandia sia la nazione meno infelice del mondo". L'aspettativa di vita è quasi identica a quella italiana (di pochi mesi più bassa): 82 anni in generale, con le donne a 85 e gli umini a 79.

Finlandia, giovane insegnante straniera spiega la stranezza della foto sul documento di identità

Andrea è una giovane spagnola che nel 2023 si è trasferita in Finlandia per insegnare la propria lingua ai bambini del posto. Godendo di un buon seguito su TikTok, spesso e volentieri racconta aneddoti curiosi dal paese più felice del mondo. Avendo un contratto di lavoro e vivendo in Finlandia da diverso tempo, è riuscita a ottenere la carta d'identità finlandese, ottenendo quindi la doppia cittadinanza. Purtroppo per lei, poche ore fa c'è stato un piccolo intoppo: le foto che ha scattato non vanno bene. Un poliziotto ha rifiutato la sua richiesta e chiesto di fornirgliele un'altra in cui non sorrida. In Finlandia, sui documenti di identità è vietato avere foto in cui siano visibili i denti.

A sinistra il documento spagnolo in cui sorride, a destra quello finlandese in cui ha la bocca chiusa.
A sinistra il documento spagnolo in cui sorride, a destra quello finlandese in cui ha la bocca chiusa.

Per sua fortuna, in Spagna aveva scattato anche alcune foto senza mostrare i denti, motivo per cui è potuta tornare dalla polizia con una foto dall'espressione 'neutra'. Nel video, la ragazza mostra la sua carta d'identità spagnola attuale e un'altra scaduta, nelle quali i denti son ben visibili. "Nessuno mi ha fatto problemi", assicura. Come alcuni già sanno, anche in Italia sui documenti ufficiali è vietato usare foto in cui siano visibili i denti. C'entra la sicurezza. I sistemi di riconoscimento facciale catturano le persone con un'espressione del viso seria e sorridere può conferire alla persona un aspetto totalmente diverso, eludendo i controlli. "In Inghilterra per le donne è vietato avere il caschetto, la fronte dev'essere visibile", ha scritto una sua seguace. Insomma, la prossima volta che vi serviranno delle fototessere, evitate di sorridere con i denti in vista, perché sia in Italia che all'estero sono alte le possibilità che non vadano bene per carte di identità o passaporti.

@teacherstudio

En el DNI finés no puedes sonreír con dientes 🇫🇮 #finlandia #finland #facts #educacion #education #maestraenfinlandia

♬ sonido original - Andrea de @teacherstudio✨

LEGGI ANCHE: "Mi sono trasferita in Finlandia per lavoro: vi spiego perché è stato nominato il paese più felice al mondo"

Lascia un commento