Gatto randagio entra nella caserma della Polizia e sceglie un poliziotto senza esitazioni: la loro storia

Un gatto randagio ha scelto un poliziotto come suo 'umano' preferito. Appena entrato nella caserma, il felino non ha avuto dubbi e, tra tutti i poliziotti presenti, ha puntato deciso verso uno di loro.

Il fenomeno del randagismo non fa distinzioni: ne sono colpiti sia paesi poveri che ricchi. La sensazione è che anche i governi dei cosiddetti paesi avanzati non si preoccupino eccessivamente di questa vera e propria piaga. Nel mondo, sono pochi gli esempi virtuosi. Ad esempio, nei Paesi Bassi anche i gatti, alla pari dei cani, devono essere microchippati e registrati all'anagrafe, per poi punire i colpevoli dell'abbandono. In altri paesi, i gatti sono più un intralcio che altro. Non tutti sanno che in Australia questi felini hanno letteralmente devastato la fauna locale.

Un gatto selvatico, purtroppo molto diffuso in Australia.
Un gatto selvatico randagio, purtroppo molto diffuso in Australia.

Quando gli Europei hanno scoperto questa terra, infatti, hanno portato con sé poche unità di gatti sulle loro barche. Com'è noto, i gatti si riproducono molto velocemente e, nel giro di pochi decenni, hanno invaso un habitat naturale in cui, per secoli, non erano stati presenti. Piccoli mammiferi unici dell'Australia sono diventati le loro prede e - peggio ancora - decine e decine di esemplari lasciati liberi hanno dato vita alla cosiddetta razza 'selvatica' dei gatti, più grandi e aggressivi di quelli domestici, che hanno fatto estinguere alcuni animali oceanici. Negli ultimi venti anni, i governi australiani hanno pianificato l'abbattimento di migliaia di gatti selvatici per risolvere, una volta per tutte, questa piaga.

Gatto randagio sceglie un poliziotto senza esitazioni

Molti credono che non siano i padroni a scegliere i gatti, ma viceversa. Un po' come succede, secondo J.K. Rowling, per quanto riguarda la bacchetta e il mago. Un gatto è entrato in una caserma della polizia a Columbia, città del South Carolina. Subito ha iniziato a mostrare affetto ai presenti, che hanno ricambiato con piacere. Dopo che quasi tutti lo hanno coccolato e accarezzato - oltre a scattare qualche foto - lo hanno accompagnato all'uscita, perché pensavano che avesse una famiglia che lo stava aspettando.

Il lunedì seguente, il gatto si è ripresentato nella caserma in questione. Il primo umano a cui si è avvicinato è l'agente Brandon Montgomery. "Ama salire sulle spalle, ama farsi accarezzare", assicura il poliziotto. L'agente ha postato alcune foto del gatto su Facebook, per capire se fosse di qualcuno. Dato che nessuno gli ha risposto, dopo una settimana in casa ha deciso ufficialmente che quel felino fosse suo. Come prevedibile, i figli lo hanno subito adorato e riempito di attenzioni. La narratrice conclude: "Non sappiamo se fosse nelle intenzioni del felino presentarsi al dipartimento di polizia per farsi adottare, ma il suo nuovo padrone ha ammesso che se così fosse, il gatto avrebbe fatto centro".

LEGGI ANCHE: Trova un gatto randagio in pessime condizioni e lo accudisce: il cambiamento in 4 mesi è sorprendente

Lascia un commento