"Lavoro a Dubai con i figli dei milionari: quanto mi ha dato uno di loro per fare i compiti al posto suo"

Un 25enne che lavora a Dubai dando ripetizioni private ha raccontato del suo lavoro, a contatto con i figli dei milionari residenti qui. Un episodio che gli è rimasto impresso riguarda un bambino che lo ha pagato più che profumatamente per svolgere i compiti da casa al posto suo.

Business Insider ha intervistato un 25enne, che lavora come tutor privato a Dubai. Il soggetto in questione ha chiesto l'anonimato totale e sono stati censurati anche i nomi dei bambini e dei genitori del suo racconto. La storia inizia così: "Mi sono trasferito per lavoro a Dubai nel 2020 per lavorare come insegnante privato, pagato da un'agenzia internazionale. Da allora, ho dato lezioni a bambini da famiglie ricchissime, di milionari e miliardari, in case lussuose, con stanze dedicate all'arte, palestre e cinema privati. In una c'era un ascensore privato e dei cani da guardia all'ingresso. Ogni famiglia paga decine di dipendenti, tra addetti alla sicurezza, cuochi, baby-sitter e insegnanti privati".

Poi spiega: "I genitori non c'erano quasi mai, ma quelli che ho conosciuto sono stati gentili. Spesso ero a contatto con le baby-sitter, che mi trattavano come uno di loro, dandomi da mangiare e da bere in abbondanza. Un alunno aveva una stanza della casa dedicata ad aula scolastica, equipaggiata meglio di una normale aula scolastica di una scuola pubblica". A tal proposito c'è un aneddoto interessante: "Un bambino di sette anni stava studiando biologia, in particolar modo gli uccelli. Ha preteso un gufo in carne ed ossa per poterlo osservare da vicino. Nel giro di una settimana, ne aveva uno in casa".

L'insegnante privato dei figli dei milionari a Dubai

E ancora: "Un altro studente si è sentito dire da suo fratello di non preoccuparsi dei compiti a casa, perché se ne sarebbe occupato suo padre. Il padre gli ha dato 3000$, che poi ha dato a me per farli al posto suo". Per chi lavora a Dubai a contatto con le famiglie ricche, è piuttosto comune sentire storie del genere: "Il figlio di un milionario russo residente a Dubai mi ha detto di avere un massaggiatore personale". In generale - confessa l'insegnante - "era normale ricevere regali simili e sentire storie di bambini abituati a una ricchezza fuori dal comune".

Dubai di notte
Dubai di notte

E non solo: "A volte mi pagavano il doppio o il triplo pur di avermi a casa loro all'orario desiderato e per dimostrare di poter pagare più degli altri milionari". Non mancano storie di regali inaspettati: "Un giorno sono arrivato in ritardo perché si è rotta la macchina. Il giorno dopo, la madre mi ha dato 7.000 dollari in contanti per ripararla". L'ultimo aneddoto riguarda una famiglia russa: "Mi hanno portato sullo yacht, chiedendomi l'esclusiva per due mesi. Lo staff mi offriva alcol, anche se non potevo bere in orario lavorativo. L'unica richiesta che mi hanno fatto è stata di rimanere nella parte inferiore della barca per la maggior parte del tempo. Di fatto, mi hanno pagato per fare da baby-sitter ai loro figli e parlare loro in inglese. Negli orari non lavorativi, potevo effettuare tutte le attività che volevo a spese loro. Rientrati nella loro villa francese, ho scoperto che il proprietario aveva fatto costruire due busti con la sua faccia".

LEGGI ANCHE: "Sono la moglie di un milionario di Dubai: ecco quanto spendo ogni mese per mio figlio di due anni"

Lascia un commento