Salame, allarme listeria per numerose confezioni: i codici dei lotti ritirati

Nuovo annuncio di lotti ritirati dal Ministero della Salute: è stato segnalato il richiamo di diverse confezioni di salame dai supermercati per un rischio microbiologico, e in particolare per listeria. Ecco tutti i dettagli.

È arrivato un nuovo annuncio dal Ministero della Salute: in particolare, questo annuncio riguarda il richiamo di due lotti di salame, per un rischio microbiologico. Il rischio microbiologico si differenzia dagli altri rischi, in quanto il motivo per il quale viene effettuato un determinato richiamo è la contaminazione da parte di un batterio, di un virus, o di un altro agente patogeno, dalla natura microbiologica, per l'appunto, che possono essere pericolosi per la salute umana. Il richiamo viene effettuato anche in caso di sospetta presenza di un agente patogeno: lo si fa, infatti, per ragioni di tipo precauzionale, e per salvaguardare la salute dei consumatori.

In particolare, i due richiami di cui parliamo in questo articolo sono stati effettuati per la possibile contaminazione da listeria monocytogenes. Questo batterio si annida nel suolo e nelle acque contaminate, e può contaminare, a sua volta, i vegetali e gli animali. Per questo motivo, tra il cibo contaminato dal batterio della listeria, che possiamo assumere noi consumatori, vi sono i salumi, i derivati della carne, ma anche gli ortaggi e la frutta. Chi consuma un alimento contaminato dal batterio della listeria, può ammalarsi di listeriosi. Si tratta di una malattia simile alla gastroenterite che, solitamente, porta sintomi come il vomito, la diarrea, la febbre e i dolori addominali. Normalmente, questa malattia sparisce in pochi giorni, ma, in alcuni, rari e gravi casi, può portare a complicazioni decisamente più importanti. Bisogna, pertanto, fare attenzione a consumare prodotti di questo tipo.

Salame, lotti ritirati per listeria: i dettagli sui richiami del Ministero della Salute

Entrambi i lotti ritirati sono a marchio Salumificio F.lli Scapocchin S.R.L.. Si tratta, in particolare, di un lotto di salame nostrano con aglio e di un lotto di salame nostrano. Il marchio di identificazione dello stabilimento / del produttore di entrambi i lotti è Salumificio F.lli Scapocchin S.R.L., che è anche il nome o la ragione sociale dell'OSA - Operatore del Settore Alimentare a nome del quale i prodotti sono stati commercializzati, così come il nome del produttore. Lo stabilimento di produzione è sito a Camposampiero, in provincia di Padova, ed esattamente in via Giorgio La Pira 14.

richiamo-fratelli-scapocchin-salame-nostrano-con-aglio-listeria
Il primo richiamo dei lotti di salame. (Fonte: Ministero della Salute).

Per quanto riguarda il peso delle unità di vendita, l'indicazione riportata è la seguente: da 600 g a 800 g - venduto a peso. Per quanto riguarda il salame nostrano, il lotto ritirato è il 164/24, mentre per quanto riguarda il salame nostrano con l'aglio, il lotto ritirato è il 165/24. Il motivo del richiamo è la presenza di listeria monocytogenes. Gli operatori avvisano i consumatori di non consumare il prodotto e di riportarlo presso il punto d'acquisto.

richiamo-fratelli-scapocchin-salame-nostrano-listeria
Il secondo richiamo dei lotti di salame. (Fonte: Ministero della Salute).

LEGGI ANCHE>>>Grano e legumi, ritirati lotti di prodotti bio: cosa è stato ritrovato

Lascia un commento