"Mangiavo 20 banane al giorno, poi me ne sono pentita", il racconto di una 26enne

Una donna oggi 26enne, a 16 anni era arrivata a mangiare 20 banane al giorno. Oggi può dire che quell'alimentazione così 'noiosa' è un errore e sconsiglia vivamente a tutte le adolescenti di replicarla.

Da quando esistono i social media, la percezione di bellezza è cambiata. Oggi più che mai i modelli di riferimento sono le influencer, già nate baciate da Madre Natura, che hanno migliorato ulteriormente il proprio aspetto grazie ai chirurghi estetici. Il resto lo fanno modifiche alle foto, filtri 'bellezza' e trucchetti per apparire in foto con un fisico più tonico e formoso. Ecco perché molte adolescenti possono compiere delle scelte sbagliate, pur di provare a raggiungere uno standard di bellezza non realistico. Emily Holgate era una di loro. Oggi la giovane ha 26 anni, ma nel 2014, quando non era ancora maggiorenne, seguiva religiosamente i consigli di alcune influencer sull'alimentazione per dimagrire.

Una di loro, infatti, suggeriva di mangiare esclusivamente cibi crudi e vegani, in particolar modo frutta. Spesso e volentieri la 16enne Emily mangiava 20 banane al giorno e nient'altro. Per il pranzo scolastico, quasi tutti i giorni portava con sé solo un frullato di frutta, senza dirlo ai suoi genitori. "Chi proponeva questa dieta era magrissima e lo ero anche io, ma pensavo sempre di poter dimagrire ancora di più. Seguivo i suoi consigli perché aspiravo ad avere un fisico come il suo. Alcune di quelle che seguivo erano vegane crudiste: mangiavano solo frutta e verdure non cucinate. Più usavo i social, più vedevo influencer magre che promuovevano questo stile di vita".

La 26enne che da adolescente mangiava 20 banane al giorno

La parte più clamorosa è che, malgrado seguisse pedissequamente quei consigli, Emily non era soddisfatta del suo aspetto esteriore. "Più cercavo informazioni sullo stile di vita vegano, più suggerimenti mi comparivano. Sono entrata in un loop infinito di video di influencer vegane, fino ad arrivare a quelle che seguono la dieta crudista e fruttariana". Per chi non lo sapesse, questi ultimi non mangiano verdura ma esclusivamente frutta, compresa quella secca e semi. "Da un giorno all'altro ho deciso di eliminare carne e prodotti di origine alimentare e non l'ho detto ai miei genitori". Un periodo buio: "Ero fissata in maniera ossessiva con il peso, facevo esercizio fisico fino allo sfinimento, calcolavo ogni singola caloria e mangiavo poco. Ho perfino smesso di avere le mestruazioni".

Emily Holgate, a 16 anni, mangiava 20 banane al giorno per seguire la dieta "vegana crudista". Oggi è onnivora e sostiene che la dieta vegana faccia bene, ma solo se bilanciata e seguita con criterio
Emily Holgate, a 16 anni, mangiava 20 banane al giorno per seguire la dieta "vegana crudista". Oggi è onnivora e sostiene che la dieta vegana faccia bene, ma solo se bilanciata e seguita con criterio

E ancora: "Lavoravo come cameriera part-time. Con i primi soldi ho comprato un frullatore, che mi serviva per preparare mix di frutta e verdura come quelli che consumavano le influencer che seguivo. Non mangiavo avocado perché troppo grassi. Se per sbaglio consumavo prodotti contenente latte vaccino, mi mettevo a piangere. La mia colazione tipo? 10 banane, poi altre 10 a pranzo, oppure 20 datteri frullati solo con l'acqua". Questa dieta le ha causato problemi di acne, aumento di peso e "flaulenze incontrollabili" (sic). Dopo 12 mesi, anche grazie ai suoi genitori, è tornata a un'alimentazione onnivora. Oggi non condanna l'alimentazione vegana, ma sostiene che bisogna chiedere consiglio a un nutrizionista per seguirne una "bilanciata" e che dia tutti i nutrienti necessari. "Mi sono pentita di quel periodo, ero una 16enne che voleva essere magra e in forma. Ancora oggi gli adolescenti cascano in questi inganni, vorrei che se ne parlasse di più".

LEGGI ANCHE: "Mia figlia 15enne mi ha detto che vuole diventare vegana, la mia proposta l'ha fatta arrabbiare molto"

Lascia un commento