Fiorello, "quello che non voglio": sfregio a Discovery (ma anche alla Rai)

Fiorello, l'iconico showman italiano, ha recentemente rotto il silenzio per affrontare le voci che circolavano riguardo al suo futuro televisivo. Ecco cos'ha detto in merito a Discovery e alla Rai.

Conosciuto per la sua versatilità, il suo umorismo pungente e la sua innata capacità di intrattenere il pubblico, Fiorello è una presenza iconica nel panorama dello spettacolo italiano. Attualmente, è al timone di "Viva Rai 2", una rassegna stampa mattutina che va in onda su Rai 2 tutti i giorni dalle 7 alle 8. Tuttavia, negli ultimi giorni, sarebbero emerse speculazioni sul suo possibile trasferimento dalla Rai a Discovery dopo l'addio dell'amico e collega Amadeus alla televisione di Stato.

Questo evento ha suscitato curiosità e congetture sia nei media che tra il pubblico, portando alla ribalta il futuro professionale di Fiorello. Nonostante ciò, il carismatico showman ha deciso di affrontare direttamente queste voci, smentendole categoricamente. Attraverso un'intervista riportata su Twitter/X dalla pagina Cinguetterai, lo showman ha dichiarato che i giornali non gli credono ed è sembrato quasi spazientito nel ribadire che non andrà al Nove. Ha spiegato di non aver fatto trattative, di non aver risposto neanche al telefono perché quando si viene chiamati dal canale televisivo in questione, basta un attimo e si ha già un bel bonifico sul conto. "Ufficialmente smentisco tutte le voci, non farò niente", ha asserito. Ma lo sfregio è dunque solo per Discovery o anche per la Rai?

Fiorello, cosa ha deciso di fare del suo futuro: addio alla televisione?

Le parole di Fiorello hanno dissipato ogni dubbio sulle sue intenzioni future riguardo al suo coinvolgimento con Discovery o altre reti televisive. Lo showman ha invece espresso il desiderio di prendersi una pausa dopo la conclusione di "Viva Rai 2" il 10 maggio, riflettendo sulle due stagioni di successo e le sue cinque partecipazioni al Festival di Sanremo. "E poi figuratevi se ho voglia di cominciare a fare qualcosa su un'altra rete, che fatica", ha aggiunto. Ancora una volta ha sottolineato: "Lo dico in maniera ufficiale, non ci vado".

Nonostante ciò, Fiorello ha aperto le porte a nuove opportunità, suggerendo la possibilità di un suo ritorno alle origini, solo radio. Durante un'intervista a Rai Radio 1, ha rivelato: "Quando finiremo Viva Rai 2 magari passeremo a Radio 1. Ci piacerebbe un bel programma radiofonico ma senza visual radio, perché visual non ne voglio". Questa dichiarazione aggiunge un vecchio ma nuovo capitolo alla carriera di Fiorello, suggerendo che potrebbe continuare ad esplorare bellissimi orizzonti nell'ambito della radiofonia.

Fiorello

In definitiva, le parole di Fiorello hanno messo fine alle speculazioni sul suo futuro televisivo, confermando il suo impegno nei confronti della radio, piuttosto che della televisione. Insomma, la Rai perde uno showman televisivo spacca-share, ma guadagna un ottimo speaker radiofonico. Una cosa è certa: con la sua autenticità e la sua schiettezza, il siciliano continuerà ad essere una delle figure più amate e rispettate dello spettacolo italiano. La sua presenza rimane una costante fonte di gioia e divertimento per il pubblico, ovunque egli trasmetta.

LEGGI ANCHE: Forte e Chiara, commenti incerti anche per la seconda puntata dello show di Chiara Francini: "Una cosa non funziona proprio!"

Lascia un commento