Proprietario di un'azienda di snack si indebita per 220 milioni e guadagna 5 miliardi: la sua storia

Il fondatore di un'azienda di snack, all'inizio del suo viaggio, si era indebitato di 220 milioni di dollari, assumendosi un rischio enorme; con il tempo, quella decisione avventata gli ha fatto guadagnare 5 miliardi di euro.

La vita degli imprenditori non è semplice. È vero che, virtualmente, possono guadagnare molto di più rispetto a un dipendente, ma i rischi sono incredibilmente più alti. La CNBC, tramite la serie 'The Moment', ha raccontato la storia di Daniel Lubetzky, fondatore della 'Kind Snacks', marca di snack molto popolare negli Stati Uniti. Da piccola azienda fondata nel 2004, ha attirato l'interesse degli squali della finanza dopo diversi anni con bilanci in positivo. Solo nei primi dodici mesi, infatti, ha chiuso con un ricavo netto di un milione di dollari. Nel 2008, un fondo di investimento privato, la VMG Partners, ha investito 16 milioni per farla espandere, con gli interessi che maturavano di anno in anno.

Una clausola nel suo contratto, però, era fondamentale: Lubetzky aveva l'opzione di vendere l'azienda a VMG entro cinque anni, oppure ripagarla agli investitori con gli interessi e riprenderne il controllo totale. Una sorta di spada di Damocle sulla sua testa. "Dopo quattro anni dall'accordo, ho capito che Kind poteva crescere ancora. Gli investitori insistevano affinché la vendessi, me lo chiedevano ogni giorno. Io volevo farla crescere per tanti anni. Loro preferivano venderla e ottenere un ritorno sull'investimento". Al quinto anno, Lubetzky aveva due scelte: vendere la sua azienda a terzi e perdere una potenziale grande occasione dopo cinque anni di lavoro, oppure ricomprarla dalla compagnia di investimento e non avere alcun supporto per ripagare il prestito.

Fondatore di azienda di snack si indebita per 220 milioni di dollari e guadagna 5 miliardi

Nel documentario, l'imprenditore dichiara: "Avevo un sentimento positivo molto forte. Sapevo che non poteva essere la fine, né l'inizio della fine della mia creatura. Era l'inizio dell'inizio. Volevo proseguire quello che avevo iniziato. E se fosse andato male? Ero spaventato. Avevo contratto un prestito di 220 milioni per degli investimenti e dovevo investirne altri per riacquisire la proprietà. Ho passato notti insonni. I prospetti erano positivi, ma c'è sempre il rischio di imprevisti". Alla fine, l'uomo ha deciso di riacquistare il 100% della compagnia e di 'salutare' il fondo di investiento, ripagando i 16 milioni di dollari più interessi e provvedere autonomamente a pagare il prestito di 220 milioni contratto.

Daniel Lubetzky è il fondatore di 'Kind', nota azienda di snack oggi di proprietà di Mars.
Daniel Lubetzky è il fondatore di 'Kind', nota azienda di snack oggi di proprietà di Mars.

Questa si è rivelata essere la scelta giusta. "Nel 2014 abbamo raddoppiato le vendite. Abbiamo venduto 458 milioni di barrette in 12 mesi, quasi il doppio del 2013. Nel 2017, Mars mi ha fatto un'offerta per acquistare delle quote e ho accettato. Nel 2020 mi ha pagato 5 miliardi per ottenere la proprietà totale. Oggi sono comunque uno degli stakeholder principali e ho un ruolo dirigenziale. Decido io molte cose e l'azienda continua a essere in profitto". Oggi Kind si sta specializzando negli snack 'salutari' e ha 5.000 dipendenti. Nei paesi anglofoni si chiama 'Kind', in tutti gli altri BE-KIND.

LEGGI ANCHE: Imprenditore dà un bonus in busta paga a chi va a correre: dove succede e di quanto è l'aumento

Lascia un commento