"Avevo trovato la casa dei sogni su Facebook, ma era una truffa: come mi hanno ingannato"

Una donna di 28 anni ha raccontato di aver trovato la "casa dei suoi sogni" su Facebook, che però si è rivelata essere una truffa. In un'intervista, la giovane ha spiegato come i truffatori l'abbiano raggirata, per avvertire altre persone affinché non cadano in trappola.

Molti di noi hanno saputo di persone in cerca di una casa o di una stanza truffate tramite Facebook. I truffatori non conoscono confini e raggiri di questo tipo non succedono solo in Italia. Ashleigh Connor è una 28enne di Greasby, città del Merseyside non lontana da Liverpool. Anche lei stava cercando una casa su Facebook, quando ne ha trovata una che le sembrava perfetta. Il monolocale, da 500 sterline al mese (poco meno di 600€) a West Kirby, dalle foto, sembrava la casa dei suoi sogni. Purtroppo, però, era una truffa ben architettata.

Dopo aver trovato l'annuncio in questione, ha parlato a lungo con il proprietario. "Era perfetta. Costava 500 sterline al mese, che rientra nel mio budget. Gli ho detto che mi sarei trasferita da sola e non l'avrei condivisa con nessuno". In un'intervista esclusiva al Liverpool Echo, ha aggiunto: "Mi ha chiesto di mandargli le 500 sterline del primo mese d'affitto, più 300 come deposito cauzionale e 50 di spese amministrative per registrare il contratto. Non li avevo sul conto, per cui li ho chiesti a mia madre. Il finto proprietario ha perfino inviato un contratto. Sembrava tutto normale".

Trova la casa dei sogni su Facebook, ma è una truffa

Poi spiega: "Io gli ho fatto un bonifico di 850 sterline e lui ha risposto che mi sarei potuta trasferire il 16 aprile. Quel giorno ci saremmo dovuti incontrare a casa, in modo che lui mi avrebbe dato le chiavi". Poi la situazione si è fatta strana e la 28enne ha iniziato ad avere più di un sospetto. "Pochi giorni dopo mi ha detto che voleva altre 500 sterline. Mi sono rifiutata e lui ha detto che avrebbe parlato con il suo avvocato, usando la parola attorney, che è americana e non inglese. Mia sorella ha fatto una ricerca e abbiamo trovato le stesse foto sul sito Zoopla. Ho chiamato l'autore dell'annuncio e mi ha detto che la casa era già stata presa e che non conosceva la persona che l'ha postata su Facebook".

Ashleigh è la 28enne vittima della truffa della casa su Facebook.
Ashleigh è la 28enne vittima della truffa della casa su Facebook.

"Ero stata truffata, ero fuori di me. Volevo andare a vivere da sola. Mio padre è in ospedale, mio fratello occupa l'unica stanza da letto, non c'è spazio per tutti". Dopo aver scoperto che l'annuncio era presente altrove, la 28enne ha chiesto al 'finto' proprietario di ridargli i soldi. "Lui mi ha detto che aveva bisogno di altre 100 sterline per effettuare la cancellazione. Ovviamente non l'ho fatto. Per fortuna la banca mi ha aiutata, ha annullato i bonifici e ho riavuto le 850 sterline". Una buona notizia, che però non migliora granché la sua situazione: "Soffro di depressione e attacchi d'ansia, a cui si è aggiunto lo stress. Non mi fido più di nessuno dopo quest'esperienza. Per fortuna mia madre mi ha aiutata, ma non tutti hanno questo privilegio". La morale è: mai pagare in anticipo una casa senza averla visita fisicamente. La 28enne, anche se non lo specifica chiaramente, si è 'fidata' solo delle foto.

LEGGI ANCHE: Le Iene, Stefano Corti svela la nuova truffa degli affitti: la strategia per non farsi scoprire è spregevole

Lascia un commento