Striscia, a Napoli un'isola ecologica diventa "l'isola delle banconote": l'assurdo servizio di Luca Abete

Un'isola ecologica, a Napoli, sarebbe diventata 'l'isola delle banconote': il noto inviato di Striscia la Notizia, Luca Abete, ha cercato di capirne di più in un recente servizio realizzato per il programma di Canale 5.

Tra gli ultimi servizi di Striscia la Notizia, andati in onda recentemente, uno dei più interessanti è stato sicuramente quello realizzato da Luca Abete. Il noto inviato del tg satirico, ideato da Antonio Ricci, ha, infatti, parlato di una segnalazione ricevuta da alcuni cittadini napoletani, i quali avrebbero scoperto che, per un certo servizio pubblico, che dovrebbe essere, di norma, gratuito, verrebbero richiesti dei soldi. Il servizio in questione è la raccolta e lo smaltimento di vecchi rifiuti. Un collaboratore di Abete, in particolare, ha chiesto informazioni per lo smaltimento di un vecchio televisore, in un centro di raccolta rifiuti.

Il servizio dovrebbe essere gratuito, ma non sempre è così. In particolare, infatti, Abete ha scoperto che alcuni dipendenti della società che raccoglie i rifiuti del Comune di Napoli, chiederebbero una somma monetaria - una 'mazzetta', insomma - in alcune fasce orarie della giornata. Nella mattina, infatti, i dipendenti del Centro Raccolta avrebbero precisato che si trattava di un servizio gratuito e non avrebbero, dunque, chiesto nulla. Nella fascia pomeridiana, invece, per un televisore, due bidoni di plastica e una cassetta di plastica, avrebbero chiesto una tariffa di almeno 20 euro.

Striscia la Notizia, l'isola ecologica diventa l'isola delle banconote: il servizio di Luca Abete a Napoli

E le cose peggiorano ancora. "Ci raccomandano, perfino, di evitare i colleghi e di andare sempre quando ci sono loro!", ha spiegato l'inviato del tg satirico di Antonio Ricci. Nel video mostrato dall'inviato, in effetti, uno dei dipendenti della società napoletana avrebbe detto che gli altri, che svolgono altri turni, sono inesperti, e che sono 'appena arrivati'. Insomma, almeno nel turno pomeridiano, l'isola ecologica napoletana diventerebbe, come detto da Abete, "l'isola delle banconote": un luogo dove, per un servizio gratuito, si chiederebbero 'mazzette' che vanno dai 20 euro in poi. "Un'isola circondata da un bel giro sommerso da soldoni", ha detto l'inviato.

luca-abete-striscia-la-notizia-napoli-isola-banconote-cosa-fa-cosa-succede
Luca Abete si presenta presso l'Isola ecologica. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5 - Mediaset).

Per questi motivi, Abete si è recato di persona, presso l'isola ecologica, per avere spiegazioni. Inizialmente, i dipendenti avrebbero negato, sostenendo che i servizi erano completamente gratuiti. "Io personalmente non prendo soldi, non acchiappo banconote", ha detto un dipendente. Nel video mostrato da Abete, però, proprio quest'ultimo avrebbe chiesto venti euro per lo smaltimento di cinque materassi vecchi. "Occhio al turno: c'è il turno della mattina, con quelli che fanno tutto gratis, e quelli del pomeriggio che prendono i soldi. Allora, per favore, quello che gratuito resti gratuito", ha detto l'inviato, promettendo di continuare a controllare che tutto vada per il verso giusto.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, "Non aprite mai questi link": Marco Camisani Calzolari segnala le truffe online più pericolose

Lascia un commento