Cracker, annunciato il richiamo di nuovi lotti dai supermercati: i dettagli sulle confezioni ritirate

È stato recentemente annunciato il richiamo di nuovi lotti di cracker dai supermercati: il Ministero della Salute ha reso noti tutti i dettagli sulle confezioni ritirate e sul motivo per il quale è stato effettuato il richiamo.

Il Ministero della Salute ha reso noto il richiamo di alcuni lotti di cracker di pesce. In particolare, si tratta di un richiamo per rischio chimico, causato dal ritrovamento di un colorante non indicato sull'etichetta, e non autorizzato. Il rischio chimico, in effetti, si presenta ogni qual volta si rende nota la presenza di una sostanza di natura chimica all'interno di un prodotto di natura alimentare, in quantità superiori a quelle autorizzate dalla legge italiana ed europea. L'uso del colorante E110 non è del tutto vietato in Europa, ma è limitato: ciò significa, dunque, che non può superare un certo limite.

In particolare, l'assunzione del colorante E110 può causare l'insorgere di sintomi come l'iperattività, l'insonnia, ma anche il mal di stomaco e le eruzioni cutanee. Alcuni studi non escludono dei probabili effetti cancerogeni, e la sua assunzione è particolarmente dannosa per i più piccoli, e per le persone più sensibili. Prima di parlare delle confezioni ritirate, ricordiamo che esistono altri possibili rischi, per i quali vengono effettuati richiami di prodotti di natura alimentare. Essi sono il rischio fisico, il rischio della presenza di allergeni e il rischio microbiologico.

Cracker, tutti i dettagli sul nuovo richiamo dei lotti dai supermercati: l'annuncio del Ministero della Salute

I prodotti ritirati sono i seguenti: Lala Fish Crackers Classics 24x100g (PDLA01), Lala Fish Crackers Salt & Vinegar 24x100g (PDLA03) e Lala Fish Crackers Sweet Chilli 24x100g (PDLA04). Il marchio dei prodotti è sempre lo stesso, e cioè LaLa, mentre il nome o la ragione sociale dell'OSA - Operatore del Settore Alimentare a nome del quale i prodotti sono commercializzati è Beagley Copperman B.V..

richiamo-lotti-supermercati-cracker-modello-1
Il primo richiamo del Ministero della Salute.

Il nome del produttore è Gem Food, mentre lo stabilimento di produzione è sito nelle Filippine. Il peso delle unità di vendita è, in tutti e tre i casi, di 100 grammi. Il motivo del richiamo, come abbiamo già scritto all'inizio dell'articolo, è la presenza del colorante E110, rilevata in seguito a determinate analisi, che hanno portato gli operatori a richiedere il richiamo dei lotti.

richiamo-lotti-supermercati-cracker-modello-2
Il secondo richiamo del Ministero della Salute.

Tutti i lotti dei prodotti menzionati in questo articolo sono stati ritirati, con tutte le scadenze e i termini minimi di conservazione. Gli operatori raccomandano ai consumatori di non consumare il prodotto. I commercianti, invece, sono tenuti a bloccare i prodotti e identificarli come non vendibili. La procedura di richiamo dal mercato deve, inoltre, essere adottata in maniera corretta.

richiamo-lotti-supermercati-cracker-modello-3
Il terzo richiamo del Ministero della Salute.

LEGGI ANCHE>>>Carne, numerosi lotti ritirati dai supermercati italiani: l'annuncio del Ministero della Salute

Lascia un commento