Striscia, Moreno Morello mette in guardia dalle ristrutturazioni edilizie: cosa non conviene mai accettare

Il famoso inviato di Striscia la Notizia, Moreno Morello, ha riportato, per il programma in onda su Canale 5, alcune testimonianze di clienti delusi per delle ristrutturazioni edilizie mai completate. L'inviato ha anche dato un consiglio importante, da seguire nel caso in cui decideste di affidarvi a delle imprese per le ristrutturazioni.

Il Testo Unico dell'Edilizia definisce, all'articolo 3, la ristrutturazione edilizia come una serie di interventi finalizzati a trasformare gli organismi edilizi su cui si opera in un organismo diverso, in parte o del tutto, rispetto all'inizio dei lavori. La Legge di bilancio prevede diverse agevolazioni fiscali, per coloro che volessero effettuare degli interventi di ristrutturazione edilizia su un determinato edificio. Nonostante le agevolazioni fiscali, i bonus e gli altri benefici previsti per i cittadini, però, possono sorgere dei problemi riguardanti gli interventi di ristrutturazione edilizia. Problemi causati dalle imprese stesse, che non portano a termine il lavoro, o ritardano in maniera inaccettabile. Oppure, infine, realizzano un lavoro non soddisfacente, deludendo le aspettative dei clienti.

Moreno Morello, famoso inviato di Striscia la Notizia, ha riportato, per un servizio trasmesso ieri sera, diverse testimonianze di clienti, rimasti delusi dagli interventi di ristrutturazione edilizia. Molte di queste esperienze hanno in comune un errore, fatto dai clienti in maniera inconsapevole, che l'inviato ha consigliato di non fare. Prima di individuare l'errore, parliamo di alcune di queste esperienze. Prima di tutto, quella di Ida. La testimone si era affidata, qualche anno fa, a una piccola impresa edilizia romana, gestita da padre e figlio. Ida ha raccontato di aver ricevuto, inizialmente, un preventivo di circa 25.000 euro. Successivamente, però, i due imprenditori hanno rallentato i lavori, dicendo che, durante i lavori, erano venuti fuori degli imprevisti. Per questi imprevisti, però, gli imprenditori non avevano chiesto del denaro in più, ma di anticipare i soldi concordati.

Striscia la Notizia: il servizio di Moreno Morello sulle ristrutturazioni edilizie

Dopo aver anticipato quasi l'intero importo, ha raccontato Ida, i due impresari sono spariti, con il cantiere ancora aperto. Dopo aver ricevuto i soldi, insomma, gli impresari sono scappati. Anche Marco, un altro testimone, ha incontrato gli stessi impresari, che gli hanno proposto un preventivo di 40.000 euro più IVA. "Quando c'era da ottenere il saldo, venivano due o tre persone a lavorare. Appena il saldo veniva ottenuto, nel momento in cui facevi un piccolo appunto, minacciavano di lasciare il cantiere. E quindi, per paura che se ne andassero, eri costretto a continuare a pagare", ha spiegato quest'ultimo. Nel momento in cui il pagamento è stato completato, poi, gli impresari se ne sono andati, senza nemmeno lasciargli le chiavi di casa.

ristrutturazioni-edilizie-moreno-morello-striscia-la-notizia-rocco-casalino
Rocco Casalino intervistato da Moreno Morello. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5 - Mediaset).

Anche il giornalista Rocco Casalino ha raccontato un'esperienza simile. "Fai conto che ho fatto bonifici per oltre 42.000 euro, e casa me l'hanno lasciata che mancava ancora oltre il 60% dei lavori da fare", ha raccontato Casalino. Tutte queste esperienze sono accomunate dallo stesso elemento: il fatto che i clienti abbiano accettato di pagare prima del lavoro completato. L'errore da non fare, dunque, è quello di accettare un pagamento troppo anticipato: qualora vi chiedessero di pagare molto prima del completamento dei lavori, magari anche minacciando di lasciare il cantiere, evitate di farlo. Molto probabilmente, infatti, è una truffa. "L'unico difetto che ho avuto in questa situazione, è che ho pagato prima. Di più e prima! E, per questo, sono spariti!", ha concluso Casalino.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, a Napoli un'isola ecologica diventa "l'isola delle banconote": l'assurdo servizio di Luca Abete

Lascia un commento