Donna vince due volte alla Lotteria nel giro di due mesi: la cifra (altissima) incassata

Una donna ha vinto due volte alla Lotteria, nel giro di due mesi (dieci settimane a voler essere precisi). Le cifre portate a casa, in entrambi i casi, sono astronomiche.

Spesso la fortuna viene raffigurata con un volto femminile, i cui occhi sono coperti da una benda. Da qui nasce l'espressione "dea bendata". Tuttavia, secondo gli esperti di mitologia, potremmo tutti star commettendo un errore. La Dea Bendata, infatti, a detta di molti era una Temi (quindi non una dea ma una titanide). A lei si riferivano i gli Antichi Romani per invocare la giustizia, dato che aveva una spada, una bilancia e una benda a coprire gli occhi, simbolo di imparzialità. Nello stesso periodo, Greci veneravano la dea Tyche, che decideva la sorte degli uomini in maniera casuale, facendo rimbalzare una palla, dimostrando che il destino degli esseri umani è sempre incerto.

I Romani, successivamente, identificarono Tyche nella dea Fortuna. Da qui nasce il mito della Dea Bendata. Lo stesso Cicerone inventò l'adagio: "Fortuna caeca est", ovvero: "La fortuna è cieca". Da secoli, ormai, la "dea bendata", per noi italiani, equivale alla fortuna. La dimostrazione che la saggezza popolare non sbaglia e che davvero la fortuna bacia chiunque, senza distinzioni, arriva da piccoli fatti di cronaca bianca. Poche ore fa, una donna americana residente nel Massachusetts ha vinto un milione di dollari grazie a un 'Gratta e Vinci'. Curiosamente, due mesi prima aveva già vinto al gioco d'azzardo.

La donna che ha vinto due volte alla Lotteria nel giro di due mesi

Dieci settimane prima, infatti, aveva vinto un altro milione di dollari, sempre tramite un Gratta e Vinci, seppur di un gioco diverso. Quando ha incassato il premio, la donna ha ammesso che "non avrebbe abbandonato il gioco d'azzardo" malgrado la consistente vittoria. Molti si dissero in disaccordo con quella scelta, ma con il senno di poi, si può dire che sia lei ad aver avuto ragione. Ad ogni modo, Christine Wilson non ha sperperato i soldi guadagnati. Se, infatti, con il primo milione (a cui va rimosso il 35%, tra pagamento immediato e tasse) vinto a febbraio ha acquistato un SUV nuovo di fabbrica, quello vinto pochi giorni fa rimarrà sul suo conto corrente bancario. "Voglio tenerli da parte", si è limitata a dire.

La stampa locale ha parlato così della donna che ha vinto due volte la Lotteria in due mesi.
La stampa locale ha parlato così della donna che ha vinto due volte la Lotteria in due mesi.

Negli Stati Uniti, infatti, le grosse vincite alla Lotteria prevedono una clausola che non piace quasi a nessuno. Si può scegliere il pagamento dilazionato (generalmente nell'arco di 10, 20 o 30 anni) oppure quello diretto. Chi opta per l'uovo oggi e non per la gallina domani, si vede decurtare di almeno il 20% la vincita netta, a cui va tolta un'altra parte di tasse. Una regola che, al contrario, è ben accolta da molti americani è che per tutte le vincite di Lotteria pari o superiori al milione di dollari, i negozi che vendono il biglietto vincente ricevono un 'premio' di 10.000 dollari.

LEGGI ANCHE: "Ho vinto 12.000€ al mese per 30 anni grazie alla Lotteria: cosa farò ora che sono ricco"

Lascia un commento