Dimentica la carta di credito al ristorante, un gesto "benevolo" dei dipendenti le fa perdere 2000€: cos'è successo

Alcuni episodi di cronaca dimostrano come anche chi è mosso dalle migliori intenzioni possa finire per arrecare danni al prossimo. Una donna ha dimenticato la carta di credito al ristorante, ma un gesto in buona fede di un dipendente del locale è finito per costarle circa 2000€.

A ognuno di noi sarà capitato di dimenticare un oggetto personale in un locale, che fosse il cellulare, il portafogli, una giacca o una sciarpa. Se l'oggetto ha un grosso valore economico o commerciale, facciamo l'impossibile per recuperarlo. Lo scorso 30 aprile una donna di nome Rhonda Deaver, residente nello stato americano della North Carolina, ha pranzato in un ristorante dopo una visita dal medico. Dopo aver pagato in contanti, è uscita dal locale. Poche ore più tardi, controllano il suo portafoglio, ha fatto la peggiore delle scoperte: mancava la sua carta di credito. La buona notizia, in teoria, è che un dipendente del ristorante l'ha trovata.

In pratica, il suo gesto benevolo ha creato un danno non da poco a Rhonda Deaver. I fatti: la donna ha lasciato il locale e, qualche ora più tardi, ha ricevuto la chiamata di un responsabile dell'assistenza clienti. Quest'ultimo la informava di operazioni "sospette" con la sua carta. La donna ha controllato nel portafoglio e ha scoperto che quella telefonata era autentica: la tessera non c'era. Per questo, la Deaver si è recata rapidamente presso il locale, Smith's Cafe, scoprendo che un dipendente la stava cercando per trovarla e restituirle la carta.

Lascia la carta di credito al ristorante, il gesto di un dipendente le fa perdere 2000€

Un lavoratore (di cui non è stato diffuso il nome) ha pubblicato la foto della carta di credito sul gruppo Facebook della cittadina, "Word of Mouth Kinston". Nella didascalia, l'autore del post ha fatto sapere a Rhonda Deaver che la carta di credito era "al sicuro" nel negozio e che la aspettavano per riprendersela. Tutto bello, no? No. Il dipendente in questione non è stato abbastanza furbo da coprire almeno 4 o 8 cifre della carta, né il codice di sicurezza a tre cifre sulla parte posteriore. Qualcuno, su Facebook, ne ha approfittato e ha usato la carta per acquisti per circa 2000$, pressappoco 2000€.

Rhonda Deaver ha perso 2000€ dopo che qualcuno ha usato la sua carta di credito, trovando i dati su Facebook.
Rhonda Deaver ha perso 2000€ dopo che qualcuno ha usato la sua carta di credito, trovando i dati su Facebook.

L'unica magra consolazione è che l'importo sarebbe potuto essere ancora più alto, ma "alcuni acquisti" non sono andati a buon fine. La proprietaria ha fatto una richiesta urgente alla banca affinché bloccasse la carta e ci è riuscita. Non prima, però, di realizzare di aver perso 2000$. A suo dire, sul conto corrente, di soldi non ne rimanevano molti altri. Parlando ad ABC 7, la sfortunata donna ha dichiarato: "Quando ho capito che un dipendente del locale aveva pubblicato la mia carta di credito su Facebook senza censurarla, non potevo credere alle mie orecchie. Ora non ho più niente da parte e avrò difficoltà a pagare le bollete". Sebbene molte persone ne siano già al corrente, ne approfittiamo per ricordare che sui social non andrebbero mai caricate foto delle carte di credito, né proprie, né di sconosciuti.

LEGGI ANCHE: Trova 7 milioni nascosti in un magazzino comprato per 500$, poi lo chiama un avvocato: com'è andata a finire

Lascia un commento