Parcheggia la sua auto in una strada secondaria e trova una finta multa sul parabrezza: cosa c'è scritto

Un uomo ha denunciato pubblicamente che i residenti di un quartiere hanno lasciato una multa finta sul parabrezza della sua auto. Nei giorni precedenti, gli stessi avevano compiuto altri sfregi, come il lancio di farina e perfino l'applicazione di colla sulle maniglie.

"Nel 2020 le auto voleranno". Negli Anni '50 e '60, probabilmente, molte persone ipotizzavano che con il nuovo millennio il trasporto privato sarebbe cambiato profondamente. Se escludiamo l'arrivo di auto elettriche e ibride - che in molte nazioni hanno riscontrato un'accoglienza freddissima - la situazione non è cambiata rispetto al secolo scorso. Ancora oggi, in molte città del mondo, le strade sono strapiene di auto, vecchie e nuove, che trasportano persone. Tante auto equivalgono a tanti problemi per trovare parcheggio, specialmente in alcuni quartieri densamente abitati. Questa carenza porta spesso a conflitti tra automobilisti.

Aaron Bellwald, come riporta il Daily Star, si è ritrovato l'auto vandalizzata più volte. L'uomo lavora come infermiere e lascia la sua auto per tutta la giornata su Baldrid Road, strada situata a Taverham, città della contea inglese del Norfolk. Pur essendo un parcheggio libero e gratuito, i residenti non vedono di buon occhio coloro che occupano "i loro" posti. Bellwald ha denunciato pubblicamente quanto successo: "Sia io che altri dipendenti dell'ospedale ci siamo ritrovati con farina sul parabrezza, colla sulle maniglie, bigliettini minacciosi e multe finte. L'ultimo è stato un colega che ha trovato una sostanza simile alla vernice sulla serratura della chiave per aprire la portiera".

I residenti lasciano una multa finta (e non solo) sul parabrezza dell'auto

"Molti lavoratori fanno turni di 12 o 13 ore, in cui trattano persone in fin di vita. Immaginate finire di lavorare e trovare cose simili sulle auto. Non stanno facendo nulla di illegale, non stanno bloccando il passaggio di nessuno. Sono tre o quattro auto in totale. Ho riportato tutto alla polizia, ma sembra che non gliene importi nulla". E ancora: "Mi sembra incredibile che le persone danneggino così le proprietà altrui e nessuno prenda provvedimenti". Dei tanti ritrovamenti, il più bizzarro è probabilmente questo: una finta multa, con delle regole altrettanto assurde.

La finta multa che un lavoratore della sanità si è ritrovato sull'auto. Credits: SNWS
La finta multa che un lavoratore della sanità si è ritrovato sull'auto. Credits: SNWS

"È richiesto il pagamento della multa entro e non oltre 5 secondi dall'emissione di questa sanzione. Si hanno 5 secondi per contestarli. Preghiamo di mandare pagamenti in contanti o con un assegno per evitare ulteriori sanzioni". Il Daily Star ha sentito la polizia di Norfolk per chiedere conto del particolare caso. Un portavoce ha dato la più classica delle risposte pre-confezionate, dicendo che "sono in corso indagini" sull'accaduto. Dall'altro lato, alcuni residenti di questa strada secondaria hanno criticato la clinica per non fornire un'alternativa ai propri dipendenti. "È un problema presente da tempo qui. So che la polizia e il comune hanno parlato con la clinica Norvic, ma non sembrano interessati a risolvere il problema", ha dichiarato la residente Caroline Karimi-Ghovanlou. Siamo in Inghilterra, ma tutta questa vicenda potrebbe tranquillamente essere ambientata in Italia, per il rimbalzo di responsabilità e gli sfregi fatte alle auto parcheggiate.

LEGGI ANCHE: Parcheggia male l'auto e si ritrova un bigliettino (con due autori diversi) sul parabrezza

Lascia un commento