Padrona riceve una lettera anonima con minacce e insulti ai suoi cani: "Ultimo avvertimento"

Una donna ha condiviso una lettera anonima piena di minacce e insulti ai suoi cani. Come prevedibile, la causa scatenante sono le deiezioni degli animali, che hanno fatto innervosire alcune persone che vivono nello stesso quartiere.

In Italia, specialmente nelle grandi città, non è raro trovare cartelli scritti da cittadini attivi contro i proprietari incivili di cani. A volte si leggono paragoni tra le deiezioni e le persone che non hanno pulito, altre volte le critiche sono più creative, con tanto di disegnini. Dato che i cani sono presenti in tutto il mondo, è inevitabile che situazioni del genere si verifichino anche fuori dall'Italia. Una lettera anonima con minacce e insulti ai cani di una donna è diventata virale prima in Australia e poi nel resto del mondo. Ci troviamo a Brisbane e la padrona degli animali, Davina, l'ha condivisa in un gruppo Facebook.

La lettera anonima con minacce e insulti ai suoi due cani ricevuta da Davina.
La lettera anonima con minacce e insulti ai suoi due cani ricevuta da Davina.

"I cani hanno bisogno di un giardino. Se insisti nel tenerli (soprattutto uno grande) in un appartamento delle dimensioni di un grosso bagno, devi procurarti una museruola e avere un po' di considerazione verso i tuoi vicini. Questo è l'ultimo avvertimento: i tuoi stupidi bastardini abbaiano senza sosta, tutto il giorno. Risolvi questo problema con i tuoi babbei senza cervello o ti denuncio alla polizia". La donna, a corredo del post, ha spiegato cosa ha portato il vicino a scrivere quelle parole così velenose: "Nel weekend sono stata al centro commerciale per qualche ora e li ho lasciati senza museruola per qualche ora". Inoltre, ha specificato che i "bastardi" in questione sono un pitbull e un bassotto.

La padrona reagisce così alla lettera di minacce e insulti ai suoi cani

"Non glielo ho messi perché li stiamo addestrando, affinché in futuro non ne abbiano bisogno". Poi spiega anche la questione della casa piccola: "Prima vivevamo in una casa indipendente con cinque stanze da letto, un doppio garage e un giardino di grosse dimensioni. Il proprietario ha alzato il prezzo dell'affitto da un giorno all'altro e siamo andati via. Ora viviamo in una casa più piccola con un giardino condiviso. Perdonateli, perdonateci! Ma è un grosso cambiamento per tutti noi. Sappiamo che non è il luogo perfetto per dei cani, ma facciamo il nostro meglio per dare loro affetto e le cure necessarie".

E, infine, lancia una serie di frecciatine all'autore (o autrice?) della lettera di minacce. "Se ci tieni così tanto a dirmi dove dovrei vivere, trovami una casa più grande e pagamela tu. Fino ad allora, stai in silenzio". Poi fa capire di avere più di un sospetto a tal proposito: "Qualche mese fa ho litigato con una donna acida che si è lamentata dei cani che, abbaiando tutta la notte, hanno svegliato sua figlia. Preferirei che parlassi in faccia, come fanno gli adulti". Nei commenti, però, più di un cittadino di Brisbane le ha sconsigliato di avere un confronto con la donna: "Fai attenzione, non sai mai con chi hai a che fare". Un altro va oltre: "Queste sono minacce vere e proprie, chiama la polizia. Non spetta a te risolvere".

LEGGI ANCHE: Padrona chiama il cane per uscire: la sua reazione è inaspettata e esilarante

Lascia un commento