Rider rimprovera cliente per non aver lasciato la mancia in anticipo: cosa scrive sullo scontrino e sulla busta

Un rider ha scritto alcuni rimproveri alla cliente a cui era destinato il cibo a domicilio, direttamente sullo scontrino attaccato alla busta; la sua colpa è quella di non aver dato la mancia in anticipo.

Le consegne di cibo a domicilio sono sempre esistite. Negli ultimi dieci anni, però, è aumentato considerevolmente il numero di coloro che ordinano attraverso le app, dove in un unico spazio ci sono decine e decine di scelte diverse tra loro. Chi vive nelle grandi città ha a disposizione un mondo di cibi etnici, chiaramente uniti a quelli della tradizione italiana. In questo contesto, molte persone hanno potuto 'crearsi' un nuovo lavoro (extra): quello del rider. È un mestiere che dà poche garanzie, guadagni non eccelsi e costringe chi vuole lavorare a mettersi in sella allo scooter o alla bici anche in giornate estremamente fredde o piovose.

Non essendo la paga di base molto alta, i rider confidano molto nelle mance. Se nel giro di un'ora ricevono tre mance da 3€ ciascuno, avranno guadagnato almeno 9€ più del previsto, che nel loro caso contano molto. Ecco perché quando sull'app arriva la richiesta di consegna di un cliente che non ha lasciato mancia, c'è chi reagisce con grande fastidio. Ma cosa succede quando a ordinare è un cliente che crede fermamente che la mancia debba essere data solo dopo (alla consegna fisica del cibo) e non prima? Questo è quanto successo a Krsiten Valenzuela, una tiktoker che ha ordinato del cibo a domicilio ma non ha lasciato la mancia in anticipo.

Rider insulta la cliente che non le ha dato la mancia in anticipo: il racconto

La donna ha usato Uber Eats, servizio che per qualche anno è stato operativo in Italia, ma che da diversi mesi non lo è più. La cosa curiosa è che il rider ha scritto tre volte la stessa frase di rimprovero: due volte sulla busta di carta e una sullo scontrino. La frase in inglese è: "If you can’t tip good, get your own food", che in italiano vuol dire: "Se non puoi dare una mancia buona, ritira da solo il tuo cibo", insomma non fartelo portare fin sotto casa. Valenzuela, che su TikTok scrive di lavorare come igienista dentale, risponde così al fattorino arrabbiato: "Io so bene come dare la mancia. E le mance si danno solo dopo aver ricevuto il cibo, non prima. E se non mi viene mai consegnato?".

Il rimprovero del rider alla cliente (sinistra) e la recensione negativa lasciata dall'utente, che ha definito la rider "non professionale"
Il rimprovero del rider alla cliente (sinistra) e la recensione negativa lasciata dall'utente, che ha definito la rider "non professionale"

Non solo: l'autrice del video aggiunge che quel cibo è destinato a suo nonno, che è malato e che vive in un ospizio. "Grazie per questo rimprovero inutile in un periodo difficile", conclude. Ciliegina sulla torta? "Ho messo il pollice giù al rider e non gli ho dato un centesimo di mancia". Le app di food delivery sono sempre più presenti nella nostra quotidianità. La mancia dovrebbe essere sempre data se l'ordine è consegnato in ordine e intatto. Ognuno può decidere se darla prima o dopo, in base alle proprie opinioni. Di sicuro bisogna pensare che i rider guadagnano poco e in una serata 'lenta' possono trasportare pochissimi ordini e, di conseguenza, incassare pochi spiccioli.

@thesocialscaler

@Uber Eats get your drivers under control this is wild. But shout out to farmers fresh meat and kitchen the food was bomb #ubereats #ubereatsdriver #ubereatsstories #viral #fyp #uber #houston

♬ original sound - Kristen Valenzuela, RDH

LEGGI ANCHE: Rider lascia il cibo del cliente a 1 km da casa, nei pressi di un passaggio a livello e si giustifica così

Lascia un commento