"Mio marito mi ha imposto massimo due docce a settimana e non c'entra il risparmio in bolletta"

Una donna sostiene che il marito le abbia imposto di non andare oltre due docce a settimana. A suo dire, non c'entra la voglia di risparmiare sulle bollette dell'acqua. La 'fissazione' ha motivazioni molto più strane.

Molti dermatologi sconsigliano di fare la doccia tutti i giorni. L'uso quotidiano di bagnoschiuma e shampoo, soprattutto se abbondanti di componenti chimiche, possono rovinare la pelle e il cuoio capelluto. Chiaramente d'estate, tra bagni al mare o in piscina e sudorazione abbondante, è pressoché impossibile esimersi dalla doccia quotidiana. Una donna, sulla sezione di Reddit "Am I Overreacting?" ("Sto esagerando?") ha raccontato della fissazione de marito per le docce. La premessa del post è: "Questa è la cosa più strana che mio marito abbia mai fatto. È un uomo adorabile, lui mi ama e io lo amo. Rispondo in anticipo a chi me lo suggerirà: non prendo nemmeno in considerazione l'idea di divorziare".

La parte centrale dello sfogo recita così: "Mio marito ha sempre vissuto in un mondo tutto suo. Lavora come programmatore informatico, è super intelligente ma crede un po' a tutto. Sia alle teorie scientifiche che quelle del complotto. Da due mesi circa ha iniziato a preoccuparsi seriamente per l'acqua. Sì, l'acqua. Per colpa dell'acqua, è iniziata il periodo più complicato per noi, in venti anni di matrimonio. Da alcuni anni ha preso a cuore la questione dell'inquinamento e del surriscaldamento globale. Si è fissato sulla qualità dell'acqua, crede che sia peggiorata negli ultimi anni. Ha anche speso alcune centinaia di euro per dei filtri costosi e ha iniziato a preoccuparsi di quanta acqua usiamo. Non si importa delle bollette: crede che le docce quotidiane non siano sostenibili per l'ambiente".

Il marito le impone massimo due docce a settimana: lei non è d'accordo

"Ha imposto una regola: massimo due docce a settimana. Io non sono d'accordo: a me piace lavarmi ogni sera. Odio mettermi nel letto con la sensazione di essere sporca". Sicuramente fare la doccia tutti i giorni contribuisce al consumo d'acqua e - se calda - a quello di energia elettrica o gas. Tuttavia, dalle ricerche scientifiche emerge che le cause principali dell'inquinamento globale non sono certo da ricercare nelle docce giornaliere del singolo cittadino. La questione è seria: "All'inizio, lo ignoravo e continuavo a lavarmi tutti i giorni. Una volta ha spento la caldaia mentre ero sotto la doccia. Alcuni giorni ho usato quella della palestra, ma non posso farlo sempre, avendo dei figli a casa".

Una donna sostiene che il marito le abbia imposto "massimo due docce a settimana" per limitare l'uso dell'acqua e limitare il proprio impatto sull'ambiente.
Una donna sostiene che il marito le abbia imposto "massimo due docce a settimana" per limitare l'uso dell'acqua e limitare il proprio impatto sull'ambiente.

Questa situazione ha portato la tensione a livelli altissimi: "Ieri sera avevo bisogno di fare una doccia. Era la terza della settimana. Gli ho detto di non staccare l'acqua calda, altrimenti mi sarei arrabbiata. Entro in doccia e, due minuti dopo, usciva solo acqua fredda. Ho indossato l'accappatoio, sono scesa e ho iniziato a urlare, dicendogli che questa è la cosa più stupida che abbia mai fatto. L'ho minacciato di andare a vivere dai miei genitori". Poi conclude lo sfogo: "Non ce la faccio più. Amo mio marito, è tutto per me. Sto esagerando nel minacciarlo di andare via?". Nei commenti, quasi tutti hanno solidarizzato con lei. Più di un utente ha suggerito la visita da uno psichiatra, dato che la sua fissazione sta rovinando il matrimonio e - a quanto pare - sta occupando il 90% dei suoi pensieri quotidiani.

LEGGI ANCHE: "Mio marito è un milionario, ma mi fa pagare l'affitto e questa non è nemmeno la parte peggiore"

Lascia un commento