Turista spagnola arriva in Italia e scopre che la Interpol la sta cercando: cosa è successo

Una turista spagnola in vacanza in Italia ha scoperto di essere nel mirino dell'Interpol, la polizia internazionale. La giovane non aveva compiuto nessun reato ed è stata liberata dopo alcune ore. Ecco cos'è successo e perché il suo nome ha fatto nascere qualche sospetto tra gli agenti.

L'ultima cosa che vorremmo succedesse quando siamo in vacanza all'estero è essere arrestati. Una giovane spagnola, che ha raccontato la propria storia su TikTok, ci è andata molto vicina. Dall'account @ifflara ha spiegato di essere atterrata a Napoli, dove ha trascorso due giorni. La tappa successiva del viaggio, insieme agli amici di sempre, era Roma. "Ero l'unica del gruppo che non c'era mai stata", fa sapere. Per raggiungere la Capitale, il gruppo ha optato per l'autobus. Appena il mezzo è giunto a destinazione, è scattato un controllo di routine. I carabinieri hanno chiesto i documenti a tutte le persone presenti a bordo.

A un certo punto, un agente la chiama in disparte: "Lara Navarro". La ragazza, comprensibilmente, impallidisce. Il carabiniere le spiega che il suo DNI (Documento Nacional de Identidad) aveva fatto scattare una sorta di 'allarme' nei sistemi informatici delle forze dell'ordine. L'accusa, infatti, è che Lara stesse viaggiando con un documento rubato. Dalla fermata dell'autobus, la giovane è stata portata nella caserma dei Carabinieri, dove gli agenti le hanno mostrato le prove che il suo documento era sospetto. Il motivo? Lara lo aveva smarrito alcuni anni fa, nel 2019, per poi ritrovarlo.

Turista spagnola arriva in Italia e scopre che la Interpol la sta cercando

Il suo errore? Non aver comunicato alla polizia di averlo ritrovato e, dunque, non aver ritirato la denuncia. La tiktoker spiega: "L'ho perso nel 2019 e ho presentato denuncia, come farebbe chiunque. Poi, però, un uomo l'ha trovato per strada, mi ha contattato e me l'ha restituito". I carabinieri non sono stati convinti al 100% da questa versione e l'hanno accompagnata presso il consolato spagnolo a Roma, affinché un ufficiale potesse firmare una carta che le permetta di rientrare in Spagna. "Il console era in una riunione importante con il capo del governo di non so quale paese, ha dovuto interromperla per firmare il documento a me!", ha aggiunto.

La turista spagnola, appena arrivata a Roma, ha scoperto che la Interpol la stava cercando.
La turista spagnola, appena arrivata a Roma, ha scoperto che la Interpol la stava cercando.

La giovane trascorrerà alcuni giorni a Milano, prima di tornare in Spagna. Chiaramente, spera che con la carta firmata dal console non si presentino altri problemi all'aeroporto. La morale qual è? "Se avete fatto una denuncia di smarrimento del documento e poi l'avete ritrovato, ritiratela subito!", è l'appello di Lara Navarro. Nei commenti, c'è anche chi cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno: "Considerati fortunata che sia successo tutto in Italia. Immaginati la stessa situazione in Russia o in Cina...". Un altro utente assicura che gli è successo qualcosa di molto simile in Germania: "Ho ritirato la denuncia, ma la polizia si è dimenticata. Sono andato in Germania e mi hanno quasi arrestato perché erano convinti che viaggiassi con un documento rubato".

@ifflara

cositas que solo me pasan a mi🫠 #viaje #travel #storytime #drama #europe #españa #italia #parati #foryoupage #fyp

♬ Monkeys Spinning Monkeys - Kevin MacLeod & Kevin The Monkey

 LEGGI ANCHE: Turista rischia il carcere per delle recensioni negative a un ristorante italiano: dov'è successo

Lascia un commento