"Un singolo SMS ha fatto sparire 50.000€ dal mio conto corrente", la denuncia di una pensionata

Un SMS con un link ha fatto perdere 50.000€ a una pensionata. La donna, che lavora come infermiera, ha raccontato quanto successo e ha avvertito gli altri affinché non commettano lo stesso errore.

Sul sito inglese Metro.co.uk è comparsa la testimonianza di una donna, Pauline Padden, che ha perso 45.000 sterline (al cambio attuale circa 53.000€) per colpa di un SMS. "Ho sbloccato il mio cellulare, avevo ricevuto un messaggio. C'era scritto: 'Hai una pensione a riposare sul conto? Vuoi trasformarla in un investimento ad alto profitto e ricevere immediamente un regalo in contanti?'". La donna sostiene di averlo "riletto dieci volte", prima di premere sul link. "Pensavo che stessi facendo la cosa giusta. Quei soldi erano la mia pensione e mi sono stati rubati".

Poi spiega perché, qualche anno fa, è caduta nella trappola: "Avevo quasi 50 anni, lavoravo a tempo pieno come infermiera, avevo tre adolescenti da crescere. Entrambi i miei genitori erano gravemente malati e a mia madre rimaneva poco da vivere. Per me, ricevere un messaggio con la promessa di ricevere subito del denaro e far fruttare il mio fondo pensionistico era davvero quello che serviva". All'inizio, tutto sembrava andare per il verso giusto. "Ho contattato la compagnia, ho parlato con un certo Tony al telefono. Mi ha dato risposte chiare, non vaghe. Mi sembrava una persona affidabile. E, infatti, mi sono fidata di lui".

La donna che ha visto 50.000€ sparire dal suo conto corrente dopo un SMS

E, soprattutto, la donna all'inizio ha ricevuto anche dei soldi. "Ho mandato 25.000 sterline e due settimane dopo, come promesso, mi è arrivato un assegno di 2.500£. Per questo, alcune settimane dopo ho inviato altri 19.000 e mi hanno restituito 1.900". Nelle settimane successive, la donna ha avuto altro a cui pensare: il funerale della madre nel frattempo defunta, la malattia del padre e i piccoli problemi dei figli adolescenti. "Un anno dopo, sono stata contattata da un ente pubblico che gestisce le pensioni nel Regno Unito. Mi hanno detto di aver fatto un'indagine sul mio conto e comunicato che la compagnia presso cui avevo investito i 45.000£ del mio fondo pensionistico non esisteva. Quei soldi erano persi per sempre".

L'infermiera è stata anche in televisione per parlare dei 50.000€ spariti dal suo conto a causa di una truffa
L'infermiera è stata anche in televisione per parlare dei 50.000€ spariti dal suo conto a causa di una truffa

"Mi sono sentita male fisicamente. Ho lavorato come infermiera per 40 anni, ho messo soldi da parte per godermi una pensione dignitosa e mi sono ritrovata con niente. Ho provato vergogna: dei criminali mi avevano portato via tutto. La parte peggiore? Spiegarlo ai miei figli. A loro ho detto la verità e promesso che lavorerò fino a quando sarò fisicamente capace a farlo". Dalla cronaca giudiziaria è emerso che i truffatori sono Alan Barratt e Susan Dalton, due cittadini inglesi che hanno derubato, con questa tecnica, 245 pensionati in tutto il Regno Unito, per un totale di 13 milioni di sterline. Entrambi sono stati condannati a cinque anni di galera e, in teoria, restituire ciò che hanno rubato, con gli interessi. "Mi hanno detto che riceverò indietro una parte dei miei soldi, ma non è chiaro quanti e soprattutto quando", ha spiegato la pensionata.

LEGGI ANCHE: Ingegnere in pensione va a vivere in un aereo dismesso nella foresta: "Perché l'ho fatto"

Lascia un commento