Salame, ancora lotti ritirati per salmonella: tutti i dettagli sul nuovo richiamo

Il Ministero della Salute ha reso noto un nuovo richiamo di confezioni di salame per il rischio salmonella: ecco tutti i dettagli sull'annuncio e sul modello di richiamo.

Arriva un nuovo richiamo per un possibile rischio microbiologico. In particolare, il Ministero della Salute ha reso noto il richiamo di un lotto di salame, per il possibile rischio di contaminazione da salmonella. Negli ultimi giorni, abbiamo pubblicato diversi articoli riguardanti richiami di salumi per salmonella: in questo articolo, ad esempio, abbiamo riportato che un lotto di salame toscano era stato ritirato per lo stesso motivo. Successivamente, sono state ritirate altre confezioni, appartenenti ad altri lotti, a marchio differente.

Anche il richiamo di cui parliamo in questo articolo riguarda un lotto di salame, dal marchio differente dai precedenti. Il motivo, però, è sempre lo stesso: si sospetta, infatti, la presenza del batterio della salmonella. Un bacillo, per essere più precisi, che si annida nelle acque e sul terreno, che può venire a contatto con gli animali e con la frutta o la verdura e, conseguentemente, con l'organismo umano. I sintomi possono variare, ma solitamente, sono simili a una qualsiasi gastroenterite: dalla diarrea alla febbre, fino al vomito. In alcuni casi, però, essi possono essere più gravi: possono insorgere, infatti, difficoltà respiratorie più o meno gravi e, nei casi più rari, anche la batteriemia o la setticemia.

Salame: tutti i dettagli sul nuovo lotto ritirato per salmonella

Di seguito, riportiamo tutti i dettagli sul richiamo reso noto dal Ministero della Salute. Il marchio del prodotto è Salumificio Ciccarelli, mentre la denominazione di vendita è Salame di fegato. Il nome o la ragione sociale dell'OSA - Operatore del Settore Alimentare a nome del quale il prodotto è commercializzato è Salumificio Ciccarelli di Ciccarelli massimo e C. snc. Il marchio di identificazione dello stabilimento / del produttore è IT1674/L CE, mentre il nome del produttore è Salumificio Ciccarelli. Lo stabilimento di produzione è sito in provincia di Macerata, ed esattamente a San Severino Marche, in via San Paolo 57, 62027.

salame-modello-richiamo-salmonella-tutti-i-dettagli-sul-lotto-ritirato
I dettagli sul modello di richiamo del salame. (Fonte: Ministero della Salute).

Per la data di scadenza o il termine minimo di conservazione, è riportata la seguente indicazione: "Preferibilmente entro 2 mesi dalla data di produzione". L'unità di vendita è un insaccato stagionato di puro suino venduto intero, con pezzatura a 350 grammi, variabile. Il motivo del ritiro, come già annunciato, è un pericolo di tipo microbiologico, e cioè la possibile presenza di Salmonella spp. Gli operatori avvisano i commercianti di non vendere il prodotto e di allontanarlo dalla vendita, e sottolineano, in generale, che il prodotto debba essere restituito. Attendiamo ulteriori aggiornamenti, ed eventualmente novità su altri richiami di salumi.

LEGGI ANCHE>>>Salumi, ritirati altri due lotti di un noto marchio italiano: tutti i dettagli

Lascia un commento