"Un uomo mi ha mandato questo messaggio dopo il primo appuntamento: sono rimasta interdetta"

Una 27enne ha mostrato un messaggio "singolare" che un uomo, presumibilmente più anziano di lei, le ha inviato dopo il primo appuntamento. La donna è rimasta "interdetta" per la scelta delle parole.

È giusto postare i messaggi privati sui social? Tra i giovanissimi, questa moda discutibile è sempre più diffusa Una 27enne lo ha confermato per l'ennesima volta, rendendo pubblici alcuni messaggi ricevuti da un uomo con cui era stata al primo appuntamento la sera prima. La giovane è stata a cena con un uomo di 35 anni, appartenente a una generazione diversa dalla sua. Il primo messaggio che l'uomo le ha mandato il giorno seguente recita: "Ciao, mi sono divertito ieri notte. Buona giornata". Nient'altro. Postando lo screen del messaggio minimal in questione, la 27enne ha aggiunto: "Dovrei uscire con ragazzi della mia età, ma non lo farò", lasciando intendere di preferire quelli più maturi.

Il messaggio ricevuto dalla 27enne dopo il primo appuntamento con un uomo di 35 anni, giudicato "troppo freddo"
Il messaggio ricevuto dalla 27enne dopo il primo appuntamento con un uomo di 35 anni, giudicato "troppo freddo". Credits: elizabethannecastaldi - Instagram.com

Com'è noto, nel mondo anglosassone sono nate delle categorie per classificare le persone in base alla loro data di nascita. Appartengono alla 'Generazione Z' i nati tra il 1997 e il 2012. La generazione precedente, detta dei 'Millennial', annovera coloro che sono venuti al mondo tra il 1986 e il 1996. Insomma, quella sera c'era stato un primo appuntamento tra una ragazza 'Zoomer' e un 'Millennial'. Stando alla prima, il messaggio essenziale, con i punti e senza le emoji, è un chiaro indicatore della differenza di età tra i due. Tuttavia, una persona che la segue ha chiesto: "Cosa c'è di male in questo messaggio? Sono confusa".

Il primo messaggio 'asciutto' ricevuto da una 27enne dopo un primo appuntamento fa discutere

Al commento in questione, l'autrice del post ha ribattuto: "È un messaggio troppo formale. Non lo trovo di cattivo gusto, semplicemente non capisco se voglia vedermi di nuovo o no. Perché vi assicuro che io ho davvero voglia di un secondo appuntamento. Non c'è entusiasmo, non c'è intimità. Avrebbe potuto essere tranquillamente un messaggio di lavoro". Un uomo ha risposto criticandola: "Penso che sia stato semplice ma carino. Cosa vorresti? Punti esclamativi ed emoji ovunque? È un adulto". C'è anche chi ha approvato lo stile asciutto e diretto: "Se un uomo scrive così, per me è un segnale positivo", scrive una donna.

La 27enne ha risposto che, dal suo punto di vista, il messaggio perfetto avrebbe contenuto "qualche emoji" e, soprattutto, la richiesta di un secondo appuntamento. Molte giovani donne le hanno dato ragione: "Io sto conoscendo un uomo di 37 anni e ho fatica a decifrare i suoi messaggi. Almeno non sono l'unica". Un'altra commenta con sarcasmo: "Sono uscita anch'io con un 35enne. Ha detto che la nostra è una bella 'connessione' e 'dovremmo rimanere in contatto' dopo il primo appuntamento". Infine, non può mancare il commento pungente: "A me sembra un messaggio confuso e triste allo stesso momento". Insomma, generazioni diverse, modi di messaggiare diversi. Teniamolo a mente.

LEGGI ANCHE: "Ero al primo appuntamento con un uomo: a fine pasto ha leccato il mio piatto, ma la parte peggiore è un'altra"

Lascia un commento