Evviva!, il programma Rai di Gianni Morandi desta scalpore: "C'è stato un momento decisamente di cattivo gusto"

Ieri sera, su Rai 1 alle 20.40, subito dopo il TG1, è andata in onda una puntata speciale di "Evviva!", il nuovo programma condotto da Gianni Morandi, dedicato ai 70 anni della Rai. Accompagnato da Amadeus, Roberto Vecchioni e Francesca Michielin, il cantautore di "Apri tutte le porte" ha esplorato sette decenni di storia della televisione italiana, soffermandosi su come la Rai ha raccontato la musica nel corso degli anni. Un momento tuttavia avrebbe destato scalpore sui social.

Durante la serata di ieri con "Evviva!" su Rai 1, il conduttore Gianni Morandi ha ricordato un aspetto fondamentale della televisione italiana: i talent show. Pochi sanno che il primo di questi format risale al lontano 1956. Si trattava di "Primo Applauso", condotto da Enzo Tortora, in cui concorrenti sconosciuti cercavano di ottenere il favore di una giuria composta da personaggi celebri come Claudio Villa, Renato Rascel e persino Eduardo De Filippo. Questo programma può essere considerato l'antenato dei moderni talent show, aprendo la strada a un formato che sarebbe diventato estremamente popolare decenni dopo.

Un altro momento storico rievocato è stato il Festival di Sanremo del 1966, quando l'arrivo dei "capelloni" segnò un cambiamento culturale significativo. I capelli lunghi dei cantanti divennero simbolo di una rivolta giovanile che stava prendendo piede in tutto il mondo. Questo periodo fu caratterizzato da una lotta tra tradizione e modernità, ben rappresentata da episodi come l'Eurofestival del 1964, dove il telecronista italiano si compiaceva del fatto che i Beatles, allora emergenti, non fossero presenti. La serata è stata un lungo viaggio musicale che ha attraversato vari generi e stili fino ad arrivare ai giorni nostri. È stato un omaggio a programmi televisivi e artisti indimenticabili che hanno segnato la storia della musica e della televisione italiana.

Evviva!: commenti variegati per il programma di Gianni Morandi su Rai 1 con ospiti Amadeus, Vecchioni e Michielin

Uno degli argomenti più dibattuti della puntata è stato proprio il ruolo dei talent show nella scoperta di nuovi talenti. Roberto Vecchioni ha espresso un'opinione piuttosto critica, definendoli "la fiera dell'illusione e della disillusione". Questo ha suscitato una vivace discussione sui social media. Molti utenti potrebbero aver notato con disappunto l'assenza di menzioni a programmi come “Amici” di Maria De Filippi e “X Factor” di Sky. Commenti come "Come talent 'Amici' è stato dimenticato e anche 'X Factor' targato Sky" e "Decisamente di cattivo gusto saltare tutti i talenti usciti da Amici nel citare i talent #evviva" potrebbero aver evidenziato questa lacuna.

Evviva!
Fonte: Twitter/X

D'altra parte, ci sono stati anche molti consensi per le parole di Vecchioni. Alcuni spettatori hanno apprezzato la sua schiettezza, sottolineando che il valore di un artista non dipende necessariamente dalla partecipazione a un talent show. Commenti come "#evviva! Se uno vale emerge con o senza talent, ha ragione Vecchioni" e "Finalmente Vecchioni ha detto la grande verità sui talent" mostrano che l'opinione del cantautore ha trovato riscontro positivo tra molti telespettatori.

LEGGI ANCHE: La Promessa, anticipazioni lunedì 3 giugno: Feliciano ha un incidente

Lascia un commento