Donna vittima di truffa perde quasi 200.000€: "Quali sono i segnali di pericolo che ho ignorato"

Una donna ha perso l'equivalente di oltre 200.000€ per colpa di una truffa architettata da un uomo che per un breve periodo è stato il suo compagno di vita.

Una donna ha raccontato di come sia stata fidanzata per due anni con un uomo che si è rivelato essere un truffatore seriale. Tracy ha pubblicato anche un libro, intitolato 'The last victim', in cui racconta la sua storia di vita. "All'inizio del 2016 ero una madre single, una donna di successo impegnatissima nel lavoro. Su un'app di dating ho conosciuto un uomo, che si chiamava Max. A fine 2017 ho scoperto che non era il suo vero nome". Anche l'uomo era impegnatissimo al lavoro, ma sono riusciti a trovare del tempo per conoscersi. "Il mio matrimonio era finito dodici mesi prima. Non avevo fretta di legarmi di nuovo a un uomo. Max, però, sembrava la mia anima gemella. Più lo conoscevo, più me ne convincevo".

Un dettaglio di Max, però, non la convinceva: "Non era presente su nessun social media. Lo trovavo strano, ma non abbastanza da farmi preoccupare". Durante la conoscenza, è successo un altro episodio sospetto: "Dopo un viaggio, per tornare in città, avevamo due opzioni: un aereo, con il quale avremmo impiegato due ore, o la macchina. Lui ha preferito guidare". Con il senno di poi, era evidente: l'uomo non voleva mostrarle i suoi documenti. Gradualmente, 'Max' ha iniziato a parlare di finanze personali e risparmio. "Mi dava suggerimenti, senza mai insistere. Mi diceva che la banca addebitava troppe spese e che potevo gestire meglio i miei soldi". Nel giro di qualche mese, la donna ha svuotato il suo conto e, con l'aiuto di Max, ne ha creato uno che prometteva rendimenti passivi.

La donna che con una truffa ha perso 200.000€

Sul nuovo conto, la donna ha depositato 317.000 dollari australiani, l'equivalente di 200.000€. "Erano 20 anni di risparmi, di stipendi accumulati, di ore lavorative". Lì per lì ha pensato solo che 'Max' volesse aiutarla e offrirle un'opportunità di guadagno passivo. In un giorno qualunque di luglio 2017, però, qualcosa inizia a cambiare. "Per un giorno intero non sono riuscita a contattarlo. Dopo 24 ore, ho scritto ad amici e familiari su Facebook, ma nessuno mi ha risposto nell'immediato. Non riuscivo a dormire, ero preoccupatissima. A un certo punto ho chiamato la polizia. Alle 5 del mattino, un'amica mi ha mandato il link di una notizia. Ho pensato che qualcuno l'avesse fatto fuori". In realtà, 'Max' era vivo e vegeto, ma era in manette.

La donna vittima di una truffa di 200.000€ ha scritto un libro per avvertire gli altri su questo tipo di pericoli.
La donna vittima di una truffa di 200.000€ ha scritto un libro per avvertire gli altri su questo tipo di pericoli.

Nell'articolo c'era perfino un video della polizia che entrava a casa dell'uomo e lo arrestava. Dal telegiornale, ha scoperto che non si chiama Max Tavita ma Hamish McLaren. Ed ha anche scoperto che aveva truffato altre donne - ben 15 - con stragemmi simili, arrivando a incassare 7.6 milioni di dollari australiani (oltre 4.500.000€). L'unica magrissima consolazione è che Tracy è stata l'ultima. Nel 2019, McLaren è stato condannato a 16 anni di carcere, ridotti a 12 nel 2021, con l'obbligo di trascorrerne almeno nove in galera e i restanti tre agli arresti domiciliari. "Non ho mai più riavuto nemmeno una piccola parte di quei 317.000$. Mi sono sentita tradita da ogni punto di vista. Sono ben istruita, ho viaggiato, ho fatto diversi lavori. Eppure sono stata truffata". Parlando di truffe, una giovane donna ha perso alcune centinaia di euro mentre cercava il suo cane smarrito.

Lascia un commento