"È legale questo trattamento?", lo sfogo di un ragazzo dopo un giorno di lavoro come cameriere in un ristorante

Un video è diventato virale su TikTok. Il protagonista è un ragazzo, che si è sfogato dopo il primo giorno di lavoro come cameriere in un ristorante; ai propri follower, il giovane chiede se sia "legale" il trattamento ricevuto.

Un tiktoker statunintense registrato come @cadealex ha pubblicato uno sfogo a seguito del suo primo giorno di lavoro in una braceria del suo paese. L'inizio lascia intuire i toni molto polemici del video: "Perché mi sembra più schiavismo che lavoro?", si domanda. Il giovane ha spiegato di aver finito le scuole superiori e di voler sfruttare i mesi estivi per mettere dei soldi da parte, in attesa di cominciare l'università tra settembre e ottobre. Il primo giorno di lavoro come cameriere, però, a suo dire è stato "infernale". "Non ci hanno dato nemmeno una pausa per mangiare", è il motivo principale della sua frustrazione. Il giovane ha iniziato alle 3 del pomeriggio ed ha staccato a mezzanotte. In nove ore, non ha potuto fermarsi per cenare, nemmeno 10 minuti per mangiare un piatto già pronto o una vaschetta portata da casa.

"Dopo un giorno di lavoro come cameriere ho imparato molto sul mondo della ristorazione", è lo sfogo del giovane tiktoker.
"Dopo un giorno di lavoro come cameriere ho imparato molto sul mondo della ristorazione", è lo sfogo del giovane tiktoker.

I suoi manager gli hanno spiegato che i dipendenti non possono mangiare al ristorante, a meno che non si presentino due ore prima o dopo del turno. Inoltre "non è permesso" portare cibo da casa e consumarlo durante l'orario di lavoro. L'unica magrissima consolazione è che mangiare al ristorante (sempre lontano dall'orario lavorativo) da dipendente dà diritto a un 25% di sconto. Alex ha ammesso: "Ho lavorato in un supermercato e i dirigenti ci imponevano di fare la pausa pranzo, perché in passato l'avevano proibita e sono stati denunciati". Alex ha continuato il suo sfogo assicurando: "Non sono molto contento di questo lavoro già dopo il primo giorno".

Lo sfogo di un cameriere dopo il primo giorno di lavoro: "Trattamento illegale"

Il tiktoker ha conosciuto un ragazzo che lavora come cameriere, che gli ha confidato di come, per un periodo avesse lavorato per 12 ore di fila senza pause per mangiare. "Questo non può essere legale", è lo sfogo di Alex. Ma non è finita qui. Un'altra regola altrettanto insopportabile è che i dipendenti non possono usare il parcheggio del ristorante. Essendo una braceria di alto livello, i proprietari non vogliono vedere le auto economiche dei camerieri parcheggiate di fianco a quelle dei clienti ricchi. "Dobbiamo parcheggiare nel centro commerciale, camminare alcuni minuti e attraversare varie volte prima di entrare. Capisco che vogliono tutelare la propria immagine, ma ho l'impressione che trattino come rifiuti umani i loro dipendenti".

@cadealex

HOW IZ THIS LEGAL😵‍💫 #job #jobs #jobsearch #jobtips #jobinterview #jobforme #jobless #minimumwage #serverlife #serverproblems #servertiktok

♬ original sound - Cade Alex

Gli Stati Uniti non sono il Paradiso in terra. Il trattamento dei lavoratori - in particolare quelli della ristorazione - è pessimo dal punto di vista di un europeo. Alex vive e lavora nello stato dell'Illinois. Il comportamento del ristorante è illegale. L'unica legge federale in tal senso stabilisce che i dipendenti abbiano una pausa pranzo dopo 7 ore e mezza di lavoro e che duri almeno 20 minuti. Il tiktoker ha lavorato 9 ore e secondo la lege ne avrebbe dovuto usufruire "entro le prime cinque ore" di lavoro. Chi viola questa regola deve pagare una multa che va dai 250 ai 500$, direttamente al dipendente. Dagli Stati Uniti arriva un'altra storia di trattamenti al limite della decenza verso i lavoratori Una cameriera, infatti, è stata licenziata per colpa di un piatto di pasta.

Lascia un commento