Spiaggia, ecco quando si può portare il cibo da casa e quando no: i casi spiegati dall'esperto

È possibile portare il cibo da casa, quando andiamo in spiaggia? Ci sono dei casi in cui è possibile farlo e dei casi in cui non si può fare? Scopriamo tutti i dettagli, spiegati da un noto esperto di tutela dei consumatori.

La stagione estiva non è ancora, ufficialmente, arrivata, ma migliaia e migliaia di persone hanno già trascorso almeno una giornata al mare, occupando una delle numerosissime spiagge italiane. E, a partire dalla prossima settimana, quando l'estate arriverà ufficialmente, le persone che si recheranno presso le spiagge italiane saranno sempre di più. Come abbiamo detto, in Italia ci sono numerosissime spiagge, nelle quali è possibile rilassarsi e trascorrere una splendida giornata. Queste si dividono, solitamente, nelle spiagge libere e negli stabilimenti balneari.

Le prime prevedono un accesso gratuito e, quasi sempre, libero, mentre, per entrare in uno stabilimento balneare, è necessario pagare una determinata quota. Solitamente, si richiede almeno il noleggio di un lettino, o anche di un lettino e un ombrellone, e i prezzi possono variare in base alla spiaggia, al luogo e al periodo in cui si accede allo stabilimento balneare. Differentemente dalle spiagge libere, solitamente gli stabilimenti balneari offrono più servizi, come gli spogliatoi, i bagni e, soprattutto, i servizi di ristorazione.

Spiaggia: il cibo da casa si può portare sia nelle spiagge libere che negli stabilimenti balneari. Ma attenti a non fare una cosa in particolare!

Ed è proprio di ristorazione che parliamo in questo articolo. O, meglio, di cibo. Quando si va in spiaggia, spesso può sorgere una domanda in particolare: è possibile portare il cibo in spiaggia? Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori, ha recentemente risposto a questa domanda. L'avvocato ha, in particolare, spiegato che nelle spiagge libere, è possibile portare il proprio cibo, senza alcun problema. Per quanto riguarda gli stabilimenti balneari, la storia è più complessa, anche se il risultato è molto simile. Spesso capita che, all'interno degli stabilimenti balneari, si chieda di non portare il cibo da casa: ebbene, i proprietari degli stabilimenti balneari non possono chiederci di non portare il cibo da casa.

cibo-da-casa-si-puo-portare-quasi-sempre-in-spiaggia
Si può portare il cibo da casa in spiaggia, ma attenzione a non fare una determinata cosa!

Massimiliano Dona spiega, in effetti, che il divieto dei gestori è illegale e nullo: nessuno può vietarci di portare il cibo da casa, nemmeno quando accediamo in uno stabilimento balneare. I clienti dello stabilimento balneare possono accedere tranquillamente con la bottiglia d'acqua e con il panino, anche se non dovessero aver acquistato questi prodotti all'interno dello stabilimento. Dona ha, però, evidenziato che bisogna sempre applicare una certa moderazione e una certa attenzione, sia all'interno degli stabilimenti balneari che nella spiaggia libera. Portare il cibo da casa è permesso, ma senza esagerare: non si può, infatti, creare una tavolata. Troppo cibo occuperebbe lo spazio riservato agli altri bagnanti, potrebbe dare fastidio a questi ultimi, e potrebbe sporcare più facilmente la spiaggia. Portare una grande borsa frigo, soprattutto all'interno di uno stabilimento balneare, potrebbe, dunque, essere vietato. Bottiglia d'acqua, panino o insalata di pasta sì, dunque, ma senza esagerare!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Radio Radio (@radioradio_official)

Lascia un commento