"Ero a bordo di un Flixbus, siamo rimasti bloccati per ore nel deserto", la testimonianza di una giovane

Una turista che era a bordo di un autobus della compagnia Flixbus sostiene di essere rimasta "ferma per ore" in una strada costruita nel deserto. Ecco cosa è successo e com'è stata gestita la situazione da chi di dovere.

'Flixbus' e compagnie simili sono un'alternativa economica a treni e aerei. Non tutti sono disposti ad andare da Napoli a Bologna o da Roma a Milano e trascorrere almeno sei ore in autobus, ma spesso - specie nei periodi festivi - i prezzi dei mezzi più veloci sono proibitivi. Flixbus opera anche negli Stati Uniti d'America, insieme ad un'altra nota compagnia: Greyhound. Una tiktoker di nome Sammi, registrata come @scrammihendo, ha raccontato di "voler prendere meno aerei possibile" e, per questo, di provare a spostarsi usando l'autobus. Non tutti lo sanno, ma le linee ferroviarie negli Stati Uniti, in proporzione, sono enormemente meno svilupate rispetto a quelle italiane. Vista la vastità del territorio, si preferiscono gli aerei per gli spostamenti domestici.

"Sento uno scarafaggio tra i capelli", scrive la ragazza vittima della disavventura con Flixbus.
"Sento uno scarafaggio tra i capelli", scrive la ragazza vittima della disavventura con Flixbus.

Sammi doveva recarsi da Las Vegas a Los Angeles per un impegno di lavoro. Volendo evitare l'aereo, ha prenotato un autobus della Greyhound, che quella sera è stato operato da Flixbus. "Ho pagato 50 dollari per l'andata e 100 per il ritorno. Non sono una che si lamenta di solito, soprattutto quando pago così poco. All'andata c'era un odore sgradevole e mancava l'aria condizionata. Ho sofferto in silenzio e ho sopportato". Il viaggio di ritorno è stato "significativamente" peggiore. "Eravamo a Las Vegas, c'erano 38 gradi. Abbiamo aspettato un'ora, ma dell'autobus non c'era traccia. Ero con altre persone, ci siamo chiesti se l'autobus in questione sarebbe mai arrivato in quel parcheggio".

Flixbus la fa aspettare sotto il sole nel deserto

"Abbiamo scaricato l'app di Flixbus e abbiamo scoperto che la corsa era stata cancellata. Nessuno di noi aveva ricevuto messaggi o e-mail. C'era solo un avviso sull'app, nient'altro". Non è certo finita qui: "Abbiamo prenotato un biglietto per un altro viaggio, due ore più tardi. È andata peggio di quanto credessimo. Appena saliti abbiamo visto scarafaggi ovunque, la gente è andata nel panico. Non ho mai sfiorato uno scarafaggio in vita mia, sull'autobus me ne è salito uno sulla gamba. Abbiamo deciso di partire comunque, perché quasi tutti eravamo lì da due ore e non ne potevamo più". Dalla padella alla brace: "Mentre eravamo nel pieno del deserto del Nevada, l'autobus ha iniziato a cacciare fumo dal motore".

@scrammihendo

@FlixBus you owe me over $160 #flixbus #travel #losangeles #lasvegas #greyhound #greyhoundbus

♬ original sound - Sammi

"Abbiamo chiesto all'autista di fermarsi, ma non parlava inglese e non ci rispondeva. Alla fine l'abbiamo convinto e si è fermato. Nel frattempo, siamo scesi perché gli scarafaggi erano veramente ovunque. Abbiamo anche scoperto che il problema del fumo è stato causato da un pneumatico bucato: l'autista aveva viaggiato così per quasi due ore". Dal caldo si è passati al freddo: "L'autista non parlava, il servizio clienti di FlixBus dava risposte vaghe. E nel deserto, di notte si gela". Com'è andata a finire? "È arrivato un altro autobus, ma era strapieno. Molti di noi hanno viaggiato in piedi. Due ragazze hanno deciso di rimanere con l'autista in attesa dei soccorsi al primo autobus. Mi è dispiaciuto enormemente per loro. Non so come sia andata a finire". La donna, arrivata a casa cinque ore più tardi del previsto, ha aggiunto di aver richiesto un rimborso parziale per il viaggio di andata e di uno totale per quello di ritorno. Un'altra esperienza da incubo in viaggio l'hanno vissuta due persone dirette in Nuova Zelanda in aereo.

Lascia un commento