Italiano che vive in Australia svela come ha guadagnato migliaia di euro in un anno vendendo rifiuti

Un italiano che vive da tempo in Australia sostiene di essere riuscito a guadagnare decine di migliaia di dollari australiani in pochi mesi vendendo rifiuti. Ecco come ha fatto e quali oggetti gli hanno fatto incassare di più.

Molte persone sono alla ricerca di una fonte di guadagno extra. Molti (giustamente) ci avvertono di diffidare da chi promette entrate passive e facili. Chi non investe tanto tempo o denaro nella propria attività non diventerà mai ricco. Un nostro connazionale che vive da tempo in Australia, il 30enne Leonardo Urbano, sostiene di aver guadagnato 100.000 dollari australiani nel 2023 soltanto vendendo rifiuti. Chiaramente per 'rifiuti' non intendiamo la bottiglia di plastica abbandonata sul marciapiede o il biglietto della metro cartaceo gettato sul pavimento della stazione.

Urbano ha venduto oggetti ben più grandi e dal valore commerciale decisamente superiore. Il 30enne, residente a Sydney, molto semplicemente si è sporcato le mani, andando in giro per le discariche di Sydney a raccogliere oggetti. Come si dice? Il rifiuto di qualcuno è il tesoro di qualcun altro. Leonardo ha trascorso ore infruttuose a rovistare tra l'immondizia, ma gli sono bastati pochi secondi per trovare articoli che gli hanno svoltato la giornata. Il 30enne non è andato solo nelle discariche, ma ha anche osservato gli oggetti abbandonati sul ciglio della strada e, se ritenuti meritevoli, li ha raccolti.

Italiano in Australia guadagna 60.000€ in un anno vendendo rifiuti

Leonardo ha trovato borse della Fendi, macchinette del caffè, gioielli in oro e perfino contanti. "Ogni mattina, per un anno, sono salito in sella alla mia bici e ho girato molti quartieri di Sydney. C'era una sorpresa ogni giorno. Vedevo montagne di roba e intendo davvero montagne. Ho fatto fortuna con frigoriferi, armadi e divani. Altri oggetti spesso buttati ma in buone condizioni sono televisori e aspirapolveri. Spesso succede che cambino casa e non vogliano portare tutto dietro. Altre volte sono studenti internazionali che non hanno spazio per riportare a casa certi oggetti. Molti australiani buttano un telefono o un dispositivo elettronico perché la batteria non funziona più. A volte ho dovuto fare piccoli lavori di pulizia e riparazione", ha dichiarato il 30enne a CNBC Make It. Una volta riparati, li mette in vendita su Facebook Marketplace e altri siti vetrina.

Leonardo è un 30enne di nazionalità italiana che vive in Australia e raccoglie rifiuti per 'mestiere'.
Leonardo è un 30enne di nazionalità italiana che vive in Australia e raccoglie rifiuti per 'mestiere'.

"Gli oggetti di non alto valore che non riuscivo a vendere spesso li regalavo ai bisognosi. Liberavo spazio in casa e facevo una buona azione". E non solo: "Non avete idea di quanti vestiti finiscano nell'immondizia. Sia nelle giacche che nelle borse ho trovato molti contanti". Il 30enne ha fatto un elenco degli oggetti trovati in 12 mesi: 50+ televisori, 30 frigoriferi, 20+ lavastoviglie, 50 PC portatili o fissi, 15 divani, 50 aspirapolveri, 150 piante, 100 lampade e 849 dollari australiani in contanti. "Ho pagato l'affitto con questi soldi e ho arredato casa gratis. Ho trovato dipinti rari del valore di 4000$, un centrotavola dell'Era Vittoriana e una macchinetta del caffè italiana antica, che vale 400 dollari. Nelle discariche c'erano anche shampoo, detersivi, bagnoschiuma, detergenti quasi pieni: ne ho abbastanza per anni". Un'altra donna che rovista nell'immondizia e risparmia centinaia di euro al mese è è una ragazza italiana che vive in Danimarca.

Lascia un commento