Roma, parcheggia male e si ritrova sul parabrezza due bigliettini (uno più assurdo dell'altro): cosa c'è scritto sopra

Parcheggiare a Roma è una delle esperienze più frustranti e, allo stesso tempo, bizzarre che un automobilista possa vivere. Le strade strette, il traffico incessante e la mancanza cronica di spazi di sosta rendono il trovare un parcheggio adeguato una vera e propria impresa. Questo è un problema ben noto ai romani, e uno di loro, che ha sperimentato di persona quanto possa essere difficile parcheggiare correttamente, è diventato involontario protagonista di un post su Instagram che ha fatto il giro del web.

La pagina Instagram @theromanpost, celebre per la sua attenzione nel raccontare i parcheggi più stravaganti di Roma, ha recentemente pubblicato una foto che ha suscitato un dibattito acceso tra i suoi follower. L'immagine ritrae una macchina parcheggiata in modo poco ortodosso, accompagnata da due biglietti - uno più assurdo dell'altro, per la verità - lasciati sul parabrezza che hanno attirato l'attenzione e la curiosità di molti. Ecco cosa recitano i fogliettini immortalati.

Il primo biglietto, scritto con tono secco e deciso, recita: "Il parcheggio deve essere entro le strisce, per dritto, come le altre macchine". Una chiara reprimenda per l'automobilista distratto, probabilmente scritta da un residente infastidito dalla disordinata sosta. Il secondo biglietto, invece, ha un tono completamente diverso: "Non stare a sentire sti vecchi rompiba**e. Il parcheggio così va benissimo, non dà fastidio a nessuno". Un messaggio che sembra voler tranquillizzare l'automobilista, suggerendo che il parcheggio, per quanto non ortodosso, non crei in realtà alcun problema.

Roma
Fonte: Instagram @theromanpost

Roma, parcheggia male l'auto e al ritorno trova sul parabrezza non uno ma ben due biglietti: "Non stare a sentire sti vecchi..."

La pubblicazione di questa foto su @theromanpost ha scatenato una valanga di commenti divertiti e contrastanti, con utenti che si schierano da una parte o dall'altra. "Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno!" scrive qualcuno, in risposta al secondo biglietto. "Basta con queste regole rigide, se non dà fastidio a nessuno, chi se ne importa!".  Di opinione contraria è invece un utente che commenta: "Ecco perché a Roma non si trova mai parcheggio! Se tutti parcheggiassero come si deve, ci sarebbe spazio per tutti. Ha ragione il primo biglietto!".

Altri utenti, invece, colgono l'occasione per fare dell'ironia sulla situazione. "Si nota la differenza tra le generazioni: il biglietto a destra ha un errore di ortografia" mentre qualcuno aggiunge: "Se dovessimo fare una mostra d'arte dei parcheggi romani, questo sarebbe senz'altro un pezzo di spicco!".  La situazione dei parcheggi a Roma è quindi un microcosmo perfetto della vita nella città eterna: caotica, imprevedibile e spesso fonte di aneddoti curiosi. Mentre c'è chi si irrita per il mancato rispetto delle regole, c'è chi invece trova nella flessibilità un modo per sopravvivere al traffico e alla carenza di spazi.

Lascia un commento