Rai, guardare la tv di Stato senza pagare il canone è possibile: esperto spiega come fare (legalmente)

Ebbene sì: si possono guardare i canali televisivi di Stato senza pagare il canone Rai. Un noto esperto spiega come fare, ed è davvero facile. Bisogna, però, privarsi di una cosa importante: scopriamo di cosa si tratta.

In Italia, la televisione è nata nel 1954, e cioè diversi anni dopo, rispetto alla televisione inglese e americana. Inizialmente, vi era un solo canale televisivo, mentre successivamente sono stati aggiunti altri canali. In maniera simile alla radio, la televisione era solo pubblica, all'inizio, ma tra gli anni Settanta e Ottanta hanno iniziato a diffondersi le prime televisioni private. La televisione pubblica viene finanziata, in parte, mediante il canone televisivo: si tratta, in pratica, di un tributo, pagato dai cittadini, per evitare la trasmissione di troppa pubblicità, che serve a finanziare la produzione di programmi televisivi di ogni sorta. Il canone televisivo è previsto in molti Stati.

L'importo del canone televisivo cambia, in base ai Paesi: in Italia, ha un costo di 90 euro annuali, anche se per il 2024 è stato abbassato a 70 euro. In altri Paesi, come l'Albania, l'importo è minore, mentre in Paesi come l'Irlanda e la Danimarca è decisamente più alto. Per poter seguire i programmi televisivi su un televisore, è necessario pagare questo importo ogni anno. C'è chi, però, non vuole seguire la televisione e, dunque, non acquista un televisore, o se ne libera, e non paga questo importo. Ma è possibile continuare a seguire i canali televisivi della Rai senza pagare il canone?

Canone Rai: è possibile non pagarlo e continuare a guardare i canali, ecco come fare

Ebbene: la risposta è sì. A rivelarlo è stato Angelo Greco, noto avvocato italiano. Sulla sua pagina TikTok, Greco ha spiegato che, chi volesse smettere di pagare il canone televisivo, che in Italia viene considerato nella bolletta per la luce e il gas, deve disdirlo, compilando un modulo apposito. Il modulo può essere consultato sul sito dell'Agenzia delle Entrate, dove si può scaricare e compilare. Ne segue che, dopo aver compilato il modulo, bisognerà disfarsi di qualsiasi televisore in casa.

@angelogrecoofficial

Fatti un regalo per l’estate: disdici il canone rai #canone #rai #canonerai #tv #televisione

♬ suono originale - Angelo Greco

Greco ricorda che il canone non è un abbonamento alla Rai, ma un'imposta che si paga per il possesso di una tv collegata al digitale terrestre. Qualora non si possedesse una tv, e si dichiarasse, per l'appunto, di non possederla, si verrebbe esonerati dal pagamento del Canone Rai. Questo non significa, però, che non si possono seguire i canali televisivi Rai: per farlo, infatti, basta guardarli in streaming. Come spiega anche la Rai, sul sito dedicato al Canone, solo gli apparecchi atti, o comunque adattabili, a ricevere il segnale audio/video mediante la piattaforma terrestre e/o satellitare sono assoggettabili a canone televisivo. Tra questi non c'è il computer: per questo, seguire la televisione dal computer è possibile e legale, anche senza il pagamento di un canone!

canone-tv-rai-come-non-pagarlo-legalmente
Un televisore.

Lascia un commento