Preventivo gratuito, questa indicazione può nascondere qualcosa di inatteso: la rivelazione dell'esperto

Il preventivo deve essere gratuito per legge, oppure no? E l'indicazione sul preventivo gratuito può nascondere qualcosa di inaspettato? Un esperto fa chiarezza sulla questione, ecco i dettagli.

Viene indicato come preventivo fiscale, o anche solo preventivo, quel documento che riporta i costi previsti per un determinato lavoro o per un determinato servizio, con tutti i calcoli collegati al tipo di lavoro offerto da un professionista. Diversamente dalla stima, che è un calcolo approssimativo del prezzo finale dell'operazione, il preventivo è solitamente scritto e deve essere vincolante ed estremamente preciso. Mediante un preventivo, cioè, un professionista si impegna a svolgere i determinati servizi proposti, e ad attenersi al costo riportato sul documento.

Dal 2017, con la Legge n°124 del 4 agosto 2017 sulla concorrenza, il preventivo deve essere obbligatoriamente scritto per i professionisti. Vige, per questi ultimi, dunque, l'obbligo di redigere un documento in cui scrivere tutti i calcoli e tutte le operazioni previste, con tanto di costo finale dell'operazione. I professionisti dovranno attenersi a questo prezzo, ed è proprio per evitare il contrario, che si chiede un preventivo scritto. Ma, oltre ad essere scritto, il preventivo deve essere obbligatoriamente gratuito?

Preventivo gratuito: è obbligatorio per legge? E l'indicazione nasconde qualcosa di inatteso? La risposta

Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori, ha recentemente risposto a questa domanda. L'esperto di tutela dei consumatori, in particolare, ha rivelato che non è obbligatorio offrire un preventivo gratuito. Non c'è l'obbligo di gratuità del preventivo, ma c'è l'obbligo di indicare, sugli accordi per l'operazione, il caso in cui il preventivo sia oneroso e abbia un costo. Se il preventivo non è gratuito, dunque, bisogna indicarlo, e, solitamente, ma non sempre, il costo del preventivo è ricompreso nel costo totale dell'opera. A questo punto, poi, Dona ha parlato delle operazioni che vengono sponsorizzate con l'indicazione del 'Preventivo gratuito'.

Per legge, abbiamo scritto, bisogna indicare quando il preventivo ha un costo; e allora perché c'è chi annuncia che il preventivo è gratuito? Dona ha spiegato che questa indicazione nasconde un secondo fine. Indicando che il preventivo è gratuito, infatti, si tende ad attirare un numero maggiore di clienti: questa indicazione, infatti, attira l'attenzione del consumatore. Dona ha, poi, consigliato di fare sempre attenzione a quando qualcosa viene presentata come gratuita. Una volta stabilito un rapporto con il cliente, infatti, il professionista in questione potrebbe cercare di ottenere il contratto. Nulla di male, dunque, ma, come detto dal presidente dell'Unione Nazionale dei Consumatori, parlare di preventivo gratis può essere anche un modo per convincere i potenziali clienti a fare contratti che, forse, questi ultimi non avevano preventivato.

indicazione-preventivo-gratuito-lesperto-cosa-dice-i-dettagli
Un esempio di preventivo tra un imprenditore e un suo cliente.

Lascia un commento