Cameriera viene licenziata dal ristorante in cui ha lavorato 10 anni: "Tutta colpa di questi clienti"

Una cameriera ha pubblicato un video in cui racconta di essere stata licenziata dopo 10 anni di lavoro nello stesso ristorante. Non si può dire che la colpa sia effettivamente sua e, per questo, il provvedimento le fa ancora più male.

Venire licenziati non è mai piacevole.. A volte c'entra l'azienda che chiude o fallisce, altre volte la colpa è solo del dipendente, che ha commesso un grave errore. Nel caso odierno, la responsabilità del licenziamento non è da attribuire alla dipendente, né tantomeno all'azienda per cui lavorava che si trovava in cattive acque. Tutto, infatti, è nato per colpa di un gruppo di persone che hanno commesso un vero e proprio reato, le cui conseguenze sono infine ricadute sulla cameriera.

Chi è stato negli Stati Uniti probabilmente conosce Applebee's, azienda che gestisce la Applebee's Neighbourhood Grill and Bar, un ristorante/bar "di quartiere" con prezzi accessibili. Lala, registrata su TikTok come __saylala ha dichiarato che svolge diversi lavori nella sua vita: cameriera, barista in una discoteca e insegnante. Nel 2014 aveva iniziato a lavorare per Applebee come cameriera, appena uscita dalle scuole superiori. Fino al 2024 ha continuato a essere sua dipendente, malgrado abbia intrapreso prima gli studi universitari e poi abbia iniziato a guadagnare principalmente come insegnante.

Cameriera licenziata dopo 10 anni nello stesso ristorante

Un rapporto di fiducia durato esattamente dieci anni si è interrotto pochi giorni fa, perché un tavolo di 7 persone è andato via senza pagare. "Lo scorso weekend ho accolto un tavolo da sette, sono cameriera e barista e ho dovuto preparare i drink di tutti. C'erano anche bambini, ho dovuto preparare dei frullati. Il conto dei soli drink era di 35 dollari, a cui aggiungere il cibo". I problemi sono iniziati quando la donna ha portato loro lo scontrino: "Mi hanno chiesto di fare conti separati e di pagare ognuno il proprio. Mentre parlavo con la manager, il gruppo è scappato senza pagare il conto di oltre 300 dollari". Per questo, la donna ha scattato alcune foto dalle immagini prodotte dalle telecamere di sicurezza e le ha postate sul suo profilo social, minacciando i clienti disonesti: "Se non tornate al ristorante e pagate, vi denuncio alla polizia".

La cameriera si è sfogata in lacrime dopo essere stata licenziata dal locale in cui lavorava ininterrottamente dal 2014.
La cameriera si è sfogata in lacrime dopo essere stata licenziata dal locale in cui lavorava ininterrottamente dal 2014.

Incredibile ma vero, una delle persone ritratte ha chiamato Applebee e chiesto provvedimenti verso la cameriera per le accuse in questione. Applebee ha sospeso la cameriera, prima di licenziarla. La colpa è del post social e non del fatto che il tavolo di 7 sia scappato. "Faccio tre lavori perché sono una madre single in difficoltà. Non mi piace lavorare così tanto. Ho lavorato per 10 anni in questo ristorante e vengo licenziata in questo modo?". In un post seguente, ha confermato che Applebee non consente ai dipendenti di postare sui social contenuti del genere senza il permesso e che la causa scatenante del provvedimento è il suo post e non il fatto che abbia "perso di vita" i fuggitivi. Una storia simile, con un esito diverso, ha visto protagonista un'altra cameriera.

@__saylala

Some people are so sick … #serverlife #singlemom

♬ original sound - LaLa🦋💫

Lascia un commento