Wimbledon, Andy Murray parla della moglie durante il suo commovente addio: "Ho vomitato due volte"

Andy Murray ha detto addio al campo e al pubblico di Wimbledon, durante un'intervista concessa alla leggendaria Sue Barker, al termine del match di doppio con il fratello. Tra i vari argomenti trattati, la sua vittoria a Wimbledon nel 2013 e la prima volta che la donna che, attualmente, è sua moglie andò a vedere un suo match. 

La giornata di ieri è stata decisamente importante, per il tennis mondiale e, in particolare, per il tennis britannico. L'ex numero 1 al mondo, Andy Murray, ha, infatti, giocato l'ultimo match con il fratello Jamie, nel torneo doppio di Wimbledon. Questa edizione del torneo britannico del Grande Slam, come aveva già preannunciato lo stesso Murray, sarà l'ultima per il tennista britannico, ormai vicinissimo al ritiro. Il match con il fratello, sfortunatamente, non è andato bene, dato che i Murray sono stati battuti da John Peers e Rinky Hijikata, ma, al termine della partita, il due volte campione di Wimbledon è stato celebrato come meritava.

Per l'occasione, infatti, Andy Murray è stato intervistato da una storica tennista e telecronista inglese, Sue Barker, andata in pensione due anni fa, ma tornata a Wimbledon esclusivamente per lui. Dopo aver visto un video, in cui sono stati mostrati i momenti salienti della sua carriera, intervallati da videomessaggi di Novak Djokovic, Rafael Nadal, Roger Federer e Serena Williams, il tennista inglese ha ripercorso i vent'anni sul campo, e ha raccontato alcuni retroscena interessanti.

Wimbledon: il commovente addio di Andy Murray e la tragicomica esperienza della prima partita vista dal vivo dalla moglie

Murray ha ripercorso i momenti più importanti ed emozionanti, ma anche quelli più tristi. Ha parlato, ad esempio, della sua prima vittoria a Wimbledon, che ha riportato ai britannici ben 77 anni dopo l'ultima volta. Poi, Murray ha parlato anche dei suoi numerosi infortuni, e di come le sue condizioni fisiche, spesso, non gli hanno permesso di giocare come voleva. Fortunatamente, però, Murray ha ricevuto il supporto dalle persone care e dalla sua famiglia, e in particolare dalla moglie, Kim Sear. A proposito di Kim Sear, il tennista inglese ha raccontato anche un divertente, se non tragicomico, momento risalente all'inizio del loro rapporto d'amore.


Dopo aver ringraziato la moglie per il suo supporto, e aver espresso tutto il suo amore per lei, Murray ha alleggerito i toni del discorso, raccontando un retroscena particolare. "La prima volta che venne a vedermi, dal vivo, fu durante lo US Open. E, durante quel match, ho vomitato per due volte!", ha confessato Murray, aggiungendo: "Una volta proprio di fronte al posto dove era seduta, e l'altra sulla borsa del mio avversario. E, dopo questa partita, continuavo a piacerle! Da lì ho capito che non avrei potuto lasciarmela scappare". Gioie, vittorie, dolori, sconfitte e anche un evento tragicomico ma assolutamente romantico: l'addio di Andy Murray alla 'sua' Wimbledon è stato davvero ricco di emozioni. Ma non dimentichiamo che, domani, Murray giocherà anche il torneo di doppio misto insieme a Emma Raducanu. Sarà una grande occasione per poterlo vedere giocare sul campo di Wimbledon, per l'ultima volta nella sua carriera.

wimbledon-andy-murray-moglie-racconto-parole-cosa-e-successo
Il ringraziamento di Wimbledon ad Andy Murray. (Fonte: Twitter - X - Wimbledon).

Lascia un commento