Campania, grande successo per l'Outdoor Film Festival. Il direttore artistico Giuliano Squitieri: "Emozionante portare Hollywood a San Valentino Torio"

Forum Agricoltura Sociale ha avuto occasione di confrontarsi con Giuliano Squitieri, direttore artistico dell'Outdoor Film Festival, il primo festival del cinema all'aperto in Campania, a San Valentino Torio (provincia di Salerno) che si è tenuto dal 4 al 7 luglio 2024 per la sua seconda edizione e che ha visto tanti ospiti illustri (da Katherine Kelly Lang a Kat Graham, passando per gli attori e il regista di Mare Fuori e per gli interpreti de Il Paradiso delle Signore). Ecco cosa ci ha raccontato l'ideatore della kermesse in un'intervista esclusiva, dopo l'intensa ed emozionante esperienza di quattro giorni.

Come ti senti dopo questi quattro giorni all'Outdoor Film Festival in Campania?

"Sono molto stanco. Non vedo l'ora di dormire. Da un lato sono contento che finisca, dall'altro sono tristissimo perché... Da domani cosa facciamo senza l'Outdoor Film Festival?"

Ma da domani si pensa già alla prossima edizione per valorizzare la Campania! E a proposito di edizioni, se l'anno scorso il tema era l'amore in tutte le sue forme, quest'anno è il sogno. Come mai questa scelta?

"Perché l'anno scorso abbiamo realizzato il nostro sogno, quello di portare a San Valentino degli artisti importanti. E quest'anno abbiamo sognato, ma soprattutto abbiamo fatto sognare tanto. Quest'anno, per me è stato un successone quest'edizione, quindi abbiamo sognato ad occhi aperti. È stato proprio il tema adatto all'edizione, secondo me. Vogliamo parlare di sogni, ma soprattutto vogliamo che i giovani sognino. Questa è la nostra mission per quei giorni: i giovani devono sognare".

Com'è cambiato il festival rispetto all'anno scorso?

"Sicuramente l'Outdoor ci ha visto più più maturi, quindi anche l'organizzazione è stata più matura. È tutto molto più organizzato. C'è molta più gente, è cambiato. Secondo me è cambiato poco. Poi è chiaro che in base agli artisti cambia il pubblico, però dall'interno, l'emozione è la stessa, la passione è la stessa e può solo aumentare".

Quindi si punta già all'anno prossimo... Hai già in mente qualcuno che vorresti come ospite?

"È chiaro, è chiaro che ho in mente i miei ospiti e sono prontissimo a chiamarli ad ottobre. Tutti quelli che ho già in mente dovranno venire alla prossima edizione. Quello che vedo per il futuro è sicuramente far diventare questo festival tra i principali in Italia".

Ultimissima domanda: cosa ti rimane dentro con una sola frase da tutta questa esperienza? Insomma, c'è tanta fatica dietro tutto questo lavoro, ma anche un ritorno bellissimo.

Secondo me il ritorno più bello è quello emozionale. Io il primo giorno quando ho visto Kat Graham che scendeva dalla macchina, la folla assurda che c'era sul red carpet, lei che ha pianto... Ho pianto insieme a lei. Quindi penso che questo sia il ricordo più bello che mi porto da questa edizione: il pianto di gioia, il pianto di uno che ce l'ha fatta. Ce l'ho fatta a portare Hollywood a San Valentino Torio".

Campania
Giuliano Squitieri, direttore artistico dell'Outdoor Film Festival intervistato dalla nostra redazione

Lascia un commento